Un giorno speciale, vi racconto la mia storia.

Ecco per cosa vale la pena cambiare.Il rispetto di sé stessi

Ciao a tutti, oggi è un giorno speciale perchè è il compleanno di Federico, il mio fidanzato.

(adesso posso effettivamente dire così visto che mi ha chiesto di diventare sua moglie).

Ultimamente abbiamo parlato molto e lui dice che io non  mi rendo mai conto di quanto sono speciale e che sono le persone che dovrebbero essere felici di poter far parte della mia vita e che non dovrei mai piegarmi per non perdere un’amicizia, perdonando troppo spesso i cattivi comportamenti della gente, ma che dovrei essere sicura di me stessa e di quello che sono riuscita a fare.

Visto che gli ho promesso che d’ora in poi farò così ci tengo a condividere con voi queste foto di com’ero, senza vergognarmi troppo e a manifestare un po’ di sicurezza raccontandovi questa cosa poco piacevole di me.

Io ero un’obesa.

E’ un po’ di tempo che volevo fare questo post, sinceramente non trovavo il coraggio di mettere queste foto, sono così orripilanti che, anche se non sono più così, mi vergogno lo stesso.

A sinistra potete vedere una bellissima foto di Jabba the Hutt, (io quando ho iniziato il mio percorso di dieta più di due anni fa,  più di 40kg fa) ,a destra io oggi.

Non ve ne venite fuori con commenti osceni, tipo: “Eri bella lo stesso” perchè vi ci mando, sappiatelo, facevo schifo, pena. Non se ne abbia a male chiunque è sovrappeso, questa è la mia opinione su me stessa, non su di voi. Ero talmente grassa che manco mi si vedevano più gli occhi, quando sorridevo sembravo una cinese.

Immagine

Tanti di voi, quando parlo di dieta o dimagrire, fanno le classiche affermazioni: “Ma no che rotondetta stai bene”oppure: “non bisogna essere secche per essere belle” ecc ecc.

Avete sicuramente ragione, le anoressiche non sono belle e non piacciono a nessuno, ma il mio caso non è il tipico caso scontato di ragazzina che pesa 61 kg anziché 58 e pensa di essere grassa, io non ero rotondetta, io ero un bidone, un’obesa.

Lì non è questione di accettarsi, non puoi accettarti, fai pena.

Puoi accettarti se hai il naso un po’  grosso, se hai un’ossatura importante e non sarai mai esile, sicuramente te ne devi fare una ragione, se hai il seno piccolo e non hai i soldi per farti fare una quarta, ma non puoi accettarti se sei obesa.

Quella non è una cosa da accettare, quella è una cosa da curare, non è solo un fatto estetico è anche un fatto di salute.

io

Per questo vi dico: se vi trovate davanti una persona nelle mie condizioni di una volta non ditele che sta bene lo stesso e che è bella ugualmente anche po’ rotondetta, non è rotondetta, è obesa, DEVE dimagrire, se non volete dire la verità per tatto o mancanza di confidenza piuttosto state zitti.

Con il passare degli anni potrebbero anche subentrare dei problemi cardiaci gravi e tanti altri problemi di salute, l’obesità è una malattia al pari dell’anoressia.

Ho visto ragazze che da quanto erano grasse non riuscivano più a farsi da sole un bidet.

Non si dovrebbe mai arrivare a quei punti.

Adesso che devo ancora perdere 5kg sono rotondetta, ma non ero una donna rotondetta una volta, ero una campana del vetro, un bidone dalla carta della raccolta differenziata fuori dagli uffici del Comune.

Una donna in quelle condizioni non può sentirsi bella, io almeno non mi ci sono mai sentita mezza giornata, e non ero single, né complessata perché non mi guardava nessuno, semplicemente mi facevo schifo.

Quello non si può accettare, le cose che si deve imparare accettare di sé stessi sono i difettini che non si possono correggere, si può accettare di avere un po’ di cellulite,  ma a tutto quello a cui si può porre rimedio si DEVE porre rimedio, è un dovere verso noi stessi.

Io sono ingrassata per colpa della tiroide, non avevo mai superato la 44 in vita mia e non mi sono mai abbuffata né ho avuto problemi psicologici/alimentari gravi.

Semplicemente la mia tiroide  ha smesso di lavorare, io non lo sapevo e sono diventata una botte.

Quando me ne sono accorta ero ormai quasi 95 kg.

Dopo che l’ho scoperto ho iniziato la cura con le pillole, Eutirox.

Purtroppo però, prima di arrivare al dosaggio giusto, ci vogliono anni. Non partono mai da una pillola con dosaggio alto, si parte dai 25mg, io adesso ne prendo 150mg ed è la mia dose definitiva.

Cosa è accaduto quindi?

Quando ho iniziato a prendere la pillola avevo l’illusione che fosse la “pillola magica” tipo: “Adesso poco per volta inizierò a dimagrire perché la tiroide lavorerà come prima e posso continuare a mangiare normale e poco per volta dimagrirò”.

Dopo un paio di mesi di pillole però la situazione non cambiava, il dosaggio era ancora troppo basso, lì si è innestato un processo psicologico errato per cui pensavo: “Ok io non sono grassa per colpa mia, sono grassa per colpa della tiroide, quindi non cambia niente allora tanto vale che mangi”.

Ho iniziato a mangiare schifezze a tutto spiano, cose che magari prima nemmeno mi venivano in mente. Se alle 16.00 avevo un buco nello stomaco anziché mangiare una mela, mi facevo fuori un pacco di patatine dalla macchinetta oppure ordinavo un tramaezzino al bar; se la sera alle dieci mi veniva fame, anziché fare come ora che mi faccio una tazza di tè per tappare lo stomaco dicendomi che dopo poco vado a letto e non mi serve mangiare, mi mangiavo un bicchiere di latte e i biscotti; mangiavo la pasta tutti i giorni, a volte sia a pranzo che a cena.

(Cosa erratissima che mi aveva messo pure la nutrizionista, infatti ero in crisi perchè non perdevo un etto da mesi. La pasta per me deve essere uno sfizio, non uno stile di vita).

E così via, potrei continuare con altri esempi del genere, ma il succo penso lo abbiate già compreso, non facevo mai grandi abbuffate da mezzo kg di pasta, semplicemente mangiavo in modo scorretto e ingurgitavo schifezze come merende.

Con questa politica folle sono arrivata quasi a 110kg e lì mi sono spaventata.

Ho la fortuna, come potete vedere dalle foto, di essere molto proporzionata, di non aver mai avuto le gambe a stecchino ed essere un botolo sopra, quindi sono sempre sembrata più “magra” di quello che ero davvero, magari qualcuno poteva pensare fossi 85/90 kg, ma nessuno ha mai indovinato che ero 110.

Anche ora, che comunque devo perdere ancora 5kg, la gente pensa io sia già a posto e mi dice di non perderne più. Figuratevi che io per la mia altezza dovrei perderne ancora 10 e non 5, ma non voglio essere 55 kg, voglio arrivare al massimo a 60.

Riconosco da sola di essere una donna formosa e non esile e se arrivassi a 55kg sarei pelle ossa e sinceramente sarei brutta, 60 kg è il mio peso meta.

Non sono una donna taglia 38/40 e non lo sarò mai.

Questa è una cosa che posso accettare, posso essere bella lo stesso anche con il mio corpo formoso da 44 senza essere una 38, ma accettare sé stessi con una 52 è fuori dal mondo, quella non è una cosa da accettare, quella è una cosa a cui porre rimedio e di corsa.

Io per fortuna quando sono salita per sbaglio su una bilancia e ho visto che superavo  il quintale mi sono letteralmente spaventata a morte e ho iniziato a darmi da fare, tante persone non lo fanno, magari si vergognano di andare in palestra. Anche io mi vergognavo a 110 kg, per questo ho preferito perderne almeno 20 prima di mettere piede in una palestra.

Mi raccomando, se dovete perdere un peso così importante FATELO: nuoto, palestra, cosa preferite, ma che sia un’attività a tutto tondo. Non bastano le camminate e un giro in bicicletta, non allenate tutti i muscoli che dovete allenare. La palestra non è un divertimento, uno sfizio, o una cosa da maniaci estetici, la palestra serve, attraverso esercizi mirati, che vi deve spiegare un personal trainer, (non improvvisate mi raccomando, oltretutto se non sapete usare le macchine rischiate anche di farvi male), a rassodare i muscoli via via che dimagrite. Se non lo fate rischiate di trovarvi grossi lembi vuoti di pelle cascante e, quando arriverete a quel punto, non ci sarà più niente da fare, a parte il chirurgo estetico, sempre se ve lo potete permettere. Se non avete i soldi della palestra guardate i video di allenamento rassodanti a corpo libero, si possono fare anche in casa, su you tube è pieno, magari parlatene con una persona che ci capisce qualcosa più di voi per sapere che movimenti evitare. Riempite di sabbia le bottiglie vuote d’acqua e fate pesi con le braccia, ritrovarsi la pelle flaccida del braccio che pende sotto non è bello.

Se avete il mio stesso problema dovete dimagrire, dovete farlo per il vostro benessere, più passano gli anni e più è dura e soprattutto per una donna, se siete già grasse e poi subentra una gravidanza rischiate di incorrere in problemi gravissimi, trovate dentro di voi un motivo, anche solo quello estetico, ma fatelo.

Non datevi un tempo, i tempi sono sempre irrealistici, specialmente se avete dei problemi metabolici come me, ci sono i periodi che la tiroide fa i capricci e anche con la dieta e lo sport non perdo un etto, datevi un obiettivo in abiti piuttosto, comprate un paio di pantaloni che vi piacciono della taglia che vorreste essere e ponetevi l’obiettivo di poterveli infilare.

Ovviamente un obiettivo ragionevole, non folle, come dicevo prima ponetevi l’obiettivo di una 44, non comprate dei pantaloni 38, non è il caso.

Adesso la mia vita è cambiata, non ho più vergogna di entrare in una stanza quando è presente altra gente, non mi sento più costretta a mettermi maglie lunghe fino a metà coscia per coprire le cosce a prosciutto, come due anni fa.

Voi mi avete conosciuto che ero già quasi vicina alla fine di questo percorso, ma quando ho iniziato ero davvero in condizioni spaventose, sappiate sempre riconoscere le fisse patologiche da matta dai problemi reali, non dite mai con leggerezza a una persona come me che sta bene lo stesso, rischiate anche che pensi la stiate prendendo per il sedere, che si incazzi e vi mandi a quel paese. Intendo nella vita di tutti i giorni, non giudico per me stessa, molti di voi non potevano sapere come fossi e quindi potevano legittimamente pensare che fossi una di 60 kg che piangeva perchè non ne pesava 58, anche se sarebbe sempre meglio chiedere prima di parlare, se non si sanno le cose, ma se una persona ce l’avete davanti lo vedete com’è, evitate di dire “stai bene come sei!” Una persona obesa non sta bene, prima di tutto perchè una persona obesa è una persona malata.

Se avete un’amica o un amico che ha questo problema supportatelo se vi dice che vuole dimagrire, non andate a trovarlo con i pasticcini, se volete portare qualcosa portate una pianta, non invitatelo ogni due minuti a mangiare una pizza, già avere la volontà di rinunciare è dura, non cercate di tentarlo.

Se una persona grassa vi parla del suo disagio spronatela con tatto a cambiare stile di vita, non ditele di accettarsi, le fate solo del male.

Vi dico queste cose perchè una persona magra, una persona che non è MAI stata grassa, certe cose non le capisce.

Non sa cosa vuol dire non poter mangiare un piatto di pasta quando se ne ha voglia, non poter mangiare un cioccolatino o una pizza.

Non sa cosa vuol dire vergognarsi di sedersi sul bus nei posti doppi perchè il suo sedere ingombra anche mezzo posto a fianco, non sa cosa vuol dire vergognarsi a entrare in una stanza affollata mentre tutti la guardano, non ha idea di come sia sentirsi sempre a disagio anche a pranzo, quando magari può mangiare, ma pensa tutti la guardino pensando: “potrebbe anche farne a meno”.

Una persona magra non sa cosa voglia dire non andare in certi luoghi perchè ti vergogni, non sa cosa sia aver paura che al cinema le poltroncine siano troppo strette per il proprio sedere, non sa cosa significhi aver paura di dire la propria taglia a una commessa in un negozio di abiti, non sa cosa significhi non comprarsi un paio di stivali perchè intanto il polpaccio non ci sta.

L’elenco potrebbe essere infinito. Se conoscete qualcuno nelle condizioni in cui ero io prima pensate a queste cose prima di aprire la bocca, aiutate chi vi è vicino e sta messo come ero messa io, la decisione deve venire da lui/lei, ma quando arriva supportatelo/a in tutti i modi possibili!

Adesso vi lascio e vi auguro buon week-end sperando di non essere stata troppo pesante!

Un abbraccio Laura.

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

 Featured Image -- 7045LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Annunci

134 thoughts on “Un giorno speciale, vi racconto la mia storia.

  1. Bellissimo post, Laura. Incoraggiante, onesto, diretto. Complimenti per il tuo percorso, per la forza d’animo che hai dimostrato e per la tua grande tenacia! Ti auguro di raggiungere il tuo obiettivo e di godere della serenità che ne deriverà! Continua così. Bravissima!
    Un abbraccio! :*

    Liked by 1 persona

  2. Non sei stata pesante, anche perché un po’ mi riconosco.

    Il problema è che io mangio poco e ho una malattia genetica che non mi permette di fare attività fisica – o meglio nessuna attività che comporti contrarre i muscoli a lungo (lunghe camminate/corse, pesi o macchine varie, sono permessi solo gli esercizi a corpo libero (zumba, pilates… Al momento mi dedico al nuoto).

    Porto una taglia variabile dalla 48 alla 52, ma assolutamente non mi sento obesa – grassa sì, ma non obesa. Dovrei dimagrire, lo so, ma faccio tutto quel che posso e non ci riesco. Non mangio in modo irregolare né tanto né grasso. La tazza di the senza biscotti e zucchero anche se amara è un tecnica che adotto da anni.

    Cambia qualcosa? No. Sono stabile e sto imparando ad accettarmi.

    Volevo solo condividere la mia esperienza.
    Grazie per aver condiviso la tua.

    Liked by 1 persona

    • Grazie per aver condiviso il tuo problema. Se posso darti un consiglio, tanto una prova non costa niente, elimina completamente la pasta e il pane. Mangia gallette di riso o mais al post del pane, max 2/3 a pasto e mangia il riso anzichè la pasta. 50/75 gr (crudo).
      La pasta mangiala al massimo una volta ogni 2 settimane, per toglierti lo sfizio come fosse un dolce. Magari su di te non funziona, su di me è stato miracoloso, la pasta io non la posso mangiare, manco 50 gr scondita, mi gonfio e prendo peso subito. La mangio solo ogni tanto. Beh io sono 1.65 e ero 110 kg, dovrei pesarne 55 per essere normale, mi sono tolta di dosso più di 40kg, il peso di un’altra persona quasi, direi che ero decisamente obesa. Ho la vita molto stretta e ero una 52, ma avrei potuto essere tranquillamente una 56

      Mi piace

  3. Jabba the Hutt… ahahah
    Cinese? Io sono giapponeseee
    Ora sei una bomba sexy.. ah no, quella in foto è Noemi, la cantante.

    Passiamo alle cose serie.. ho notato, ho intravisto nelle tue parole una decisa cattiveria, un odio profondo nei confronti della Laura che eri un tempo.
    Conosco bene il problema della tiroide, Eutirox lo prendono enrambi i miei genitori…
    Il post comunque si vede che è decisamente molto sentito e dopo un inizio molto di impatto sei passata alla parte costruttiva che ho apprezzato molto,
    quella fatta di consigli utili, di positività, di attenzione ai particolari.
    Hai fatto benissimo ad affrontare il problema, un tuo tabuù, devi sentirti fiera di te stessa! Il post è un po’ lunghino eh.. ma si fa leggere bene
    e velocemente.
    Ed ora sei uno schianto e capisco perchè Federico sia innamorato di te.. oltre al cervello c’è di più 🙂

    Ed ora vorrei concludere con un coro di ok il prezzo è giusto dove si gridava cento, cento, cento… ma ora le urla del pubblico sono diverse così
    come diverso è il nuovo gioco, “Ok il peso è giusto” e qui si urla “Sessanta Sessanta Sessanta”!

    Un abbraccio fraterno grosso grosso e al prossimo post 🙂

    Liked by 1 persona

    • Sì diciamo che una persona che si trascura fino al punto di diventare com’ero non ha certo la mia stima, e la cosa peggiore, come per le anoressiche al contrario, è che io non mi vedevo davvero com’ero, pensando che fosse colpa della tiroide e basta passavo sopra a tutto.
      Grazie mille caro Francesco, soprattutto per aver avuto la forza di leggerti tutto il pippotto 😀 Felice week-end, aspetto il post de lunedì, mi raccomando!

      Mi piace

  4. Non ti scriverò assolutamente che stavi bene perché l’obesità è davvero una malattia. Non esiste persona che pesando 110 kg e guardandosi allo specchio si piaccia, c’è sempre qualcosa sotto sotto, sicuramente un problema fisico o psicologico. Ti faccio i complimenti perché riesci a parlarne e per la forza che dimostri nel tuo percorso. Non mi piaccio io che ho un metabolismo che assorbe pure l’aria ed entro subito in crisi quando vedo la ciccetta… Quest’anno la palestra l’ho iniziata a Febbraio e nella mia testa volevo fare tutto sola senza l’aiuto dell’istruttore, per fortuna che mi ha fatto ragionare perché pensavo che facendo solo cardio avrei risolto tutti i problemi invece come dici tu non è così perché si asciugano anche i muscoli e poi la pelle fa i buchi e tende a cascare. Solo con la maturità si capiscono certe cose e se ripenso ai “difetti” che consideravo tali da piccola adesso rido. Và avanti e non fermarti finché non raggiungi i tuoi obiettivi 😉

    Liked by 1 persona

  5. Ciao Laura mi sono commossa a leggere questo post .Ti ammiro perché la tua testimonianza servirà a tante ragazze che magari non trovano ancora il coraggio di cambiare il stile di vita , perché solo chi vuole se stesso è disposto a cambiare in meglio .Intanto i miei auguri di Buon compleanno al tuo futuro marito .Siete un bellissima coppia .Ti abbraccio forte cara amica ❤

    Liked by 1 persona

  6. Ho letto tutto con molto. Sei stata brava, davvero, e hai ragione a dire che non si tratta di una semplice fatto estetico, ma soprattutto di salute.
    Ora hai un volto bellissimo e degli occhi stupendi.
    Complimenti per la tua costanza e un forte abbraccio.

    Liked by 1 persona

  7. Che coraggio! Anche io sto cercando di dimagrire, anche io non devo passare da 60 a 58 chili, ma è un percorso un po’ più lungo, nel mio caso la colpa è mia e solo mia, sono ingrassata perché mangiavo porcate da mattina a sera.
    Ecco, spesso parlo di buoni esempi, e tu, sei uno di questi! Complimenti per la determinazione…eh… confetti a breve giro?!?!? 🙂 🙂 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

  8. Il tuo racconto è molto toccante. La cosa che a me è sempre dispiaciuta è che quando sei grassa lo notano tutti, e stanno lì a dirti cosa fare o non fare. Se sei magra, anoressica, non se ne accorge nessuno. HO avuto amiche sottopeso e anoressiche e nessuno mai andava a rompergli le scatole per il loro peso perchè all’esterno non si vedeva niente. Infatti la magrezza, anche eccessiva, è ben accetta sempre. Quindi questa disparità tra i due tipi di disturbi alimentari l’ho sempre notata. Anche a scuola, lavorando coi bambini. Le madri si preoccupano solo di quelli obesi e gli altri, rachitici, passano sempre inosservati. Si dovrebbe anche lavorare su questo perchè ancora ci sono canoni estetici che fanno accettare la magrezza come una cosa normale. Molte ragazze anoressiche non sapevano di essere sottopeso e questo perchè nessuno mai aveva notato niente di loro. Poi ho anche vissuto con ragazze perennemente a dieta solo per far piacere ai propri fidanzati ( che si rimpinzavano di tutto, sotto gli occhi delle fidanzate che brucavano insalata). Anche in questo c’è molta disparità. un uomo grasso è più accettato rispetto ad una donna grassa. Ecco, questo cose non le sopporto.

    Liked by 1 persona

  9. Io ho avuto il problema contrario:dopo un brutto incidente in cui ho rischiato di morire e tre mesi di ospedale di cui uno nutrita solo con flebo e trasfusioni,non riuscivo più a mangiare perché mi si era chiuso lo stomaco.Sono arrivata a pesare 42 chili per oltre il metro e settanta d’altezza! Praticamente un orribile scheletro,io che sono sempre stata un’atleta col fisico muscolosissimo. Non mi potevo guardare,odiavo quelle orribili ossa sporgenti,la faccia scavata….vestita sembravo un orribile appendiabiti! Ed ero debole e fiacca.Anch’io mi vergognavo ad uscire e odiavo gli anoressici perché ci diventano volontariamente degli scheletri.Poi,poco alla volta,sono riuscita a ricominciare a mangiare e le forze mi sono ritornate e il mio corpo é ritornato bello pieno di muscoli.Niente ossa che bucano!!! Gli estremi,da una parte e dall’altra,non vanno mai bene per la nostra salute.
    P.s:sei bellissima 😊

    Liked by 1 persona

  10. Grande forza d’animo,gran costanza e amor proprio come hai avuto tu possono esser uno strumento vincente in una difficoltà psicofisica come quella che hai raccontato. E’ significativo che tu abbia parlato dell’obesità in quei termini,significa che oltre al tuo più che giusto amor proprio hai anche una gran generosità e disponibilità verso gli altri che possono soffrire dello stesso problema.
    Ora ti auguro tanta felicità,futura sposa 😉 un bacione e un’abbraccio
    Daniela

    Liked by 1 persona

  11. Grazie per aver condiviso una parte tanto intima e delicata della tua vita.
    Sono convinta che essere “rotondette” non è poi male, ma tra essere rotondette e sfiorare o arrivare all’obesità è ben altra cosa, anche per motivi di salute.
    Ma schivando la salute parliamo di come ci si sente, la mia sorella adottiva non intende dimagrire (e ti dico che tu eri un fiorellino), non gli interessa niente anche se fa fatica a trovare abiti, a truccarsi, ha problemi di salute…e non è felice per niente. Tu sei stata forte e decisa, hai capito come volevi essere davvero.
    Complimenti, e amati come ti ama il tuo, ormai, fidanzato 😉

    Liked by 1 persona

      • Lei è un’artista, crea oggetti, pitture, tessuti bellissimi, ma non crede più nel suo fisico, si è lasciata andare; aveva fatto una dieta e stava benissimo, poi e piano piano ha distrutto tuto quelloche aveva creato. Già prima di entrare nella nostra famiglia aveva dei problemi, anche perchè la persona che le è accanto e la sua vera madre non l’aiutno proprio, anzi….come dici tu l’inizio non viene da fuori.

        Liked by 1 persona

  12. Non so se hai notato che spesso ti chiamo bellissima ragazza dai capelli rossi, io questo lo penso davvero. Sei stata bravissima, hai avuto una forza di volontà notevole e devi essere fiera di essere riuscita a toglierti di dosso i chili di troppo. Io ne dovrei perdere una decina, faccio grandi passeggiate, inizio le mie diete il lunedì ed il mercoledì ho già programmato un’uscita per il sabato. Non ci riuscirò mai 😦 Un grande abbraccio Bea

    Liked by 1 persona

      • Anch’io sono arrivata a questo punto proprio perché mi dico sempre se fossi un po’ più magra potrei indossare questa giacca o questa maglia colorata e allora mi crogiolo nel mio dispiacere. La verità è che non so rinunciare al cibo 😦
        Ti ripeto ti ammiro tantissimo perché sei stata bravissima e poi ha ragione il tuo ragazzo quando dice che sei proprio una bella persona, almeno credo di ricordare questa frase. Io ho una figlia quasi della tua stessa età e anche Lei è ipotiroidea dall’età di 15 anni. Il dosaggio eutirox l’endocrinologo l’ha centrato quasi da subito e, quindi, non ha avuto il tuo stesso problema ma in carne lo è comunque. Insomma in casa di Bea ci piace mangiare, che guaio 😦

        Liked by 1 persona

      • Sai Bea, il segreto è non rinunciare, ma vedere certe cose non come l’alimentazione di tutti i giorni, ma come un premio.
        Io non è che non mangio mai cose peccaminose, basta che guardi le foto della torta del post che ho appena pubblicato. Semplicemente le considero un bonus, non una realtà quotidiana.
        Ci sono tante cose buonissime che puoi mangiare tutti i giorni e magari non hai nemmeno idea di quanto siano gustose e apprezzabili.
        Io oggi ho mangiato l’insalata mista, con tanto di peperoni crudi, carote, e tante altre verdure croccanti condita con olio e limone, sapessi com’era buona.
        La pasta è la cosa peggiore, a noi italiani piace tanto e fa parte della nostra cultura, ma gonfia, gonfia da morire. Io cerco di non mangiarla più di due volte al mese.
        Puoi sostituirla con il riso e gli spaghetti di riso. Non quelli della scotti che sono disgustosi, quelli orientali sottili.
        Di quelli ne metti 50gr e te ne viene fuori una cuffa che ti pare di star mangiando 1kg di pasta.

        Liked by 1 persona

  13. Ciao Laura. Guarda non sono un’ipocrita e ti dico semplicemente che hai fatto bene. Non sto dicendo he eri brutta ovviamente ma come sei ora mi piaci un sacco. Poi la foto dal parrucchiere mi piace molto e me l’avevo mandata via mail tempo fa per il trucco. Io credo che indipendentemente dal peso o da un complesso debba prendere provvedimenti. Prima di tutto per la propria salute. Poi per una questione di autostima. Che siano kili di troppo in seno piatto o un naso da befana se una persona vuole stare meglio deve fare qualcosa. E tu sei l’esempio che volere É potere. Brava Laura. Mi piaci sempre di più. E fattelo dire a gran voce e con termini un po’ grotteschi: ora sei una gran figa o gnocca o come vuoi tu. E in questa partita hai vinto tu perdendo con costanza e impegno tutto questo kg di troppo. Brava. Ti mando un bacione. 💋

    Liked by 1 persona

  14. Hai carattere e sei determinata, adesso sei stupenda, bellissima, hai fatto benissimo, per la salute prima di tutto, io sto facendo ginnastica, mangio poco e appena il tempo permette via di corsa con Willy, 😀 ti abbraccio cara, ❤ tantissimo, e' un vero piacere leggerti, tanti auguri al tuo futuro marito di buon compleanno, 🙂

    Liked by 1 persona

  15. Ne hai fatto di strada, e di dico BRAVA… lo hai fatto complimenti… certo oggi sti decisamente meglio, e vedo che tu hai avuto tutto sui fianchi e gambe, e molto difficile li a perderli… io ho il problmema sulla pancia…

    si devi sempre fare la dieta equilibriata per non tornare più a questi passi…

    dimenticavo auguri al tuo fidanzato per il suo compleanno…

    … e poi diventi sicuramente una bellissima sposa… un pò nel stile vittoriana 😉

    bussi bussi ♥

    Liked by 1 persona

  16. Non è mai facile portare alla luce i nostri problemi, quei passaggi cruciali della nostra esistenza che spesso sono solo riflessi di ciò che ci illudiamo di essere.
    Attraverso la tua esperienza hai permesso agli altri di guardare in faccia la realtà per tornare ad accettarsi con la loro giusta identità. Lo hai fatto con grande umiltà e spontaneità, consigliando e non imponendo, mostrandoti per quella che eri e per come sei oggi diventata. Nessun miracolo nel tuo percorso, solo tanta determinazione, consapevolezza e tenacia, attribuiti che di certo non ti mancano grintosa come sei!
    Complimenti Laura per essere riuscita a scendere nell’interno di te stessa e da lì con il tuo progetto cominciare a ripartire, oggi mi è arrivata da te una grande lezione!
    Auguri di buon compleanno a Federico, a te il mio sincero abbraccio 🙂
    Affy

    Liked by 1 persona

  17. Sei stata coraggiosissima e avere accanto una persona come Federico che ti sostiene, penso che sia la cosa migliore in assoluto! Ti ho già fatto un sacco di volte i complimenti per la tua forza d’animo, ma stavolta ci tengo a dire che ti ammiro moltissimo per quello che hai scritto!

    Liked by 1 persona

  18. Complimenti per la grande forza che hai avuto e per il coraggio di pubblicare questo post, trovo però che hai usato delle parole davvero troppo dure verso la vecchia te, perchè in un modo o nell’altro anche se stavi andando verso una direzione disastrosa per te stessa, quella ragazza eri sempre tu…Ti parlo con il cuore in mano Laura, devi iniziare a perdonarti per poter lasciare veramente alle spalle quella ragazza!

    Liked by 1 persona

  19. Io non so se al tuo posto avrei avuto la stessa forza Laura, per questo ti dico BRAVA BRAVA BRAVA! Goditi questa nuova vita da strafaiga e da futura mogliettina 😻
    Sai che anche io soffro di ipotiroidismo? Da quando avevo 19 anni… Tutti i giorni prendo la mia pastiglina che ormai fa parte di me 😂 il mio però é autoimmune e non ho mai avuto sintomi. Il mio corpo é come se non lo riconoscesse… Strane queste tiroidi 😛

    Liked by 1 persona

  20. Prima di tutto, congratulazioni per il tuo matrimonio!!!!
    Inoltre, sei stata molto coraggiosa a mettere le tue foto. Ho compreso il tuo messaggio e credo che tu abbia fatto bene a scrivere le cose che pensi.
    In bocca al lupo per il tuo cammino.

    Liked by 1 persona

  21. Bellissimo post, molto onesto e lo dico da ex obesa sulla strada della redenzione.
    Anche io non riuscivo ad accettarmi quasi 50 kg fa e in parte non riesco ad accettarmi neanche adesso. Io sono ancora lontana dal mio traguardo, ma so che questa è la volta buona, che riuscirò in un modo o nell’altro ad andare fino in fondo.
    Grazie per aver condiviso la tua esperienza, che mi fa sentire meno sola.

    Liked by 1 persona

    • Mi fa piacere che tu abbia letto, penso che o ci si passa in queste cose o non si capiscono.
      A volte la gente ci mette molta cattiveria, sembra quasi che le persone sovrappeso siano felici di esserlo, quasi si meritassero di essere come sono, non so se mi sono spiegata bene.

      Liked by 1 persona

      • Ti sei spiegata benissimo.
        Io ora quando vedo persone molto molto obese penso di andare li e dire “Lo so che ti sembra impossibile, ma puoi uscirne, se lo vuoi. Se vuoi, ti aiuto volentieri” Ma poi penso che se qualcuno mi avesse detto una cosa simile due anni fa avrei gentilmente declinato l’offerta e poi ci sarei stata malissimo, mi sarei sentita giudicata e additata, mi sarei sentita ancora più una schifezza e, per compensare, avrei mangiato ancora di più. Per questo mi faccio i fatti miei, so che ognuno deve arrivarci a modo proprio.

        Liked by 1 persona

      • Su questo hai ragione al 100%. E a me danno anche fastidio quelli che mi dicono che ORA sto benissimo e non ho bisogno di perdere altri kg. ORA peso 88 kg e ne vorrei perdere altri 13-15 per sentirmi davvero bene. So quanta massa muscolare ho, quindi per me è irrealistico pensare di pesare 60kg, ma a 75 kg penso di poter arrivare. 88 kg non è “stare benissimo”, è comunque essere sovrappeso.

        Liked by 1 persona

  22. cara laura
    mi sento indelicata scusami ad averti parlato di peso nella chat precedente…ora che leggo qui hai fatto benissimo a dimagrire, eri cmq bella ma ..si trattava di salute e non di capricci. ammiro la tua determinazione e gli sviluppi che hai fatto…scusami ancora se sono stata impulsiva a dirti che non hai bisogno di dimagrire…
    confido nel tuo perdono…
    bacio grande
    daniela

    Liked by 1 persona

  23. Oddio…con questi addobbi natalizi che hai messo non si legge nulla dopo il post e ho fatto una fatica a trovare lo spazio per il commento…ma eccomi! Cavolo, che storia la tua! Ma sai che anche io ho problemi alla tiroide? Sono ipotiroidea e la mia patologia è di tipo autoimmune. Quando me ne sono accorta pesavo 10 kg in più. Quando ho iniziato con l’Eutirox anche io mi sono illusa di dimagrire ma così non è stato. Ora ho affiancato l’Eutirox ad una cura omeopatica e dopo mesi vedo i primi effetti positivi documentati dalle analisi del sangue. Prima di sapere della malattia le provavo tutte, dieta, palestra ecc ma è stato molto frustrante perché non funzionava nulla. Poi, nonostante non mi alimentassi poi tanto male nemmeno prima, ho cambiato abitudini mangiando solo alimenti veri integrali ed eliminando lo zucchero raffinato. Senza patire mai la fame o privarmi di cioccolato o pizza ecc sono dimagrita 3 kg e in due anni non li ho mai ripresi. Con il mio blog cerco di diffondere la cultura del mangiare davvero bene sentendosi appagati. Mi sono avvicinata molto alle cure naturali che mi stanno dando tanta soddisfazione. Insomma, meno chimica artificiale e più natura. Sono contenta di averti conosciuta virtualmente. Ti faccio molti auguri per il tuo percorso e i complimenti per i tuoi successi. Laura

    Liked by 1 persona

  24. Pingback: 30 Days Writing Challenge – Day 10 | Racconti dal passato

  25. Io sono, ora, nella tua stessa situazione di allora, per troppo tempo ho fatto finta di nulla, ho avuto 3 figli, ammalata di tumore…. e oggi, che sono fuori pericolo e che voglio riprendere a vivere CON i miei figli, e non per i miei figli… oggi ho iniziato il mio percorso per ritrovarmi, da 108 chili a 93 oggi, a settembre si inizia palestra con personal trainer, e voglio tornare a poter andare a fare shopping con le mie figlie, e volgio poter andare fuori anche con loro senza essere un peso… qualcosa è scattato e non si torna più indietro, perchè anche se qualche volta mi perdo, c’è sempre la vocina nella testa che mi sgrida e mi riprende, cosa che prima non avevo mai sentito.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...