La giornata dell’autore ~ Marta Vitali

Racconti dal passato

Buongiorno a tutti e buon venerdì!

Oggi ho il piacere di presentarvi Marta Vitali e spero leggerete con attenzione questo articolo perchè Marta è una bravissima persona oltre che un’ottima scrittrice, ha anche un blog qui su WordPress.  www.pensieriloquaci.wordpress.com

Chi è Marta?

Mi chiamo Marta e vivo nella bassa bergamasca.

Sono molto legata al mio piccolo paese, alle mie origini, alla mia famiglia.

Ecco perché il mio libro si intitola “La Festa del Paese”, le leggende narrate sono reali, la storia che ho costruito no, è frutto della mia fantasia.

Perché ho deciso di scrivere un libro? Semplicemente perché da italiana sono un po’ campanilista e di conseguenza ho voluto omaggiare il mio Paese con questo regalo, e magari chissà vincere la “giulianina d’oro” ( è un premio che viene dato ogni anno durante la Festa ad un cittadino/a meritevole, magari quest’anno potrei essere io!).

E’ una storia leggera, narrativa, scritta in modo semplice e diretta, nulla di artefatto e complicato.

Il mio libro mi rispecchia.

Io che amo definirmi semplice, Unica come tanti, positiva e con la battuta sempre pronta, sempre…Quasi sempre..

Mi arrabbio, spesso, ma poi passa, e rido. Rido da sola, rido con gli altri, rido di me, rido perché profondamente convinta che un sorriso possa migliorarti la giornata, a me che lo dono, e a chi lo riceve…
Può sembrare stupido, ma spesso lo faccio davanti allo specchio, così io sono l’ artefice e la destinataria del sorriso, narcisa? No, no, perennemente a dieta, e diciamolo piano, ma questa volta pare che la dieta stia funzionando.

Sono timida e mi imbarazzo facilmente, lo so, non sembrerebbe, in pochi lo direbbero, ma, prendi il libro per esempio.

L’ho scritto, l’ ho pubblicato, e adesso? Il passo successivo dovrebbe essere pubblicizzarlo, chi lo ha letto, ha detto che è bello, che ne vale la pena, ma io no, io mi vergogno, e su Facebook non l’ho mai scritto.

Nel blog c’è, lì l’ho messo perché ho aperto il blog per superare questo muro che costruisco in tempi record appena una persona oltrepassa la mia zona off limits (30 metri più o meno), scrivere mi sta aiutando, è sempre stato così, e poi nel blog mi diverto un mondo, racconto il mondo che vedo, con i miei occhi e sono me stessa.

No, non pensare che indossi maschere perché no, non è così, parti dal presupposto che una delle paure che ho, tra le tante, sono proprio le maschere, il non poter “vedere in volto”la persona che ho di fronte.

Ho sempre avuto un diario, poi è arrivato il blog, ma il diario è rimasto, tant’è che spesso posto articoli scritti a mano.

A scuola in italiano avevo il cinque fisso, e scrivere un diario per me è sempre stata una liberazione.

Non so se il libro sta riscuotendo successo sul web oppure no, non vado mai a guardare il report, non perché non mi interessi, ma perché il mio sogno era pubblicarlo, non ho mai voluto sporcare questo sogno pensando ad un probabile ritorno economico, se arriva bene, altrimenti io il sogno l’ ho realizzato.

Ecco questa sono Io.

Queste parole sono una parte di me.

Poi c’è un’altra parte, meno seria e tediosa ma molto più scanzonata, c’è la Marta idiota che crede a tutto, che si fida ciecamente, che ha fatto un corso di Inglese perché ha sentito una canzone che le piaceva, che ha passato due ore a cercare il flash nell’ Ipad, che sembra vivere in un altro mondo…ma quella Marta la conosci tramite il blog.

Conosciamo il suo libro

51bvxXBq0hL._SX311_BO1,204,203,200_Autore: Marta Vitali
Titolo: La Festa Del Paese
Pagine: 116
Formato & prezzo: Ebook 0.99€ / Cartaceo 3.43€

Trama

In un paesino della bassa bergamasca si svolge ogni anno la terza domenica di Settembre la festa patronale. Una festa ricca di tradizioni e leggende vissuta dagli occhi di quattro ragazzi quindicenni che riescono ad essere protagonisti. La festa, l’Amore, la gioia e la speranza durante la Festa di San Giuliano. I quattro ragazzi riscoprono le tradizioni e solidificano il legame tra di loro e con il Paese grazie agli ostacoli che troveranno sul loro cammino. Non sempre le “cose brutte” capitano per caso, a volte sono frutto di un disegno ben più grande, a volte servono per insegnare una lezione; perché se è vero che la medaglia ha un lato oscuro, ricorda che c’è sempre l’altra faccia, quella positiva, colorata, solare, proprio come Camilla.

Ed ora ecco le sue risposte alle mie domande!

    1. Come e quando è nato il desiderio di scrivere?

    Scrivo da sempre, o meglio scrivo da quando avevo sei anni, con la mano sinistra, in perenne lotta contro la suora della scuola che diceva “Questa bambina deve cambiare mano”, ma io no, cocciuta sin da piccina scrivevo con la sinistra.Poi crescendo ho iniziato a scrivere frasi di senso compiuto secondo me, ma non secondo la mia professoressa delle medie e delle superiori, cinque fisso in pagella.

     

    1. Qual è il genere di libri che scrivi? Tratti più di un genere o uno solo?Narrativa, adoro raccontare il mondo che mi circonda, ho una fantasia sfrenata che alleno giornalmente leggendo libri, se posso scegliere scelgo il genere rosa, perché considero la lettura un passatempo.
    2. Hai avuto riscontri diversi a seconda del genere trattato?
      Da cosa prendi spunto per i tuoi libri?.
    3. Per adesso chi ha letto il mio libro dice che la trama è incalzante, la storia leggera ma allo stesso tempo è coinvolgente. Provo a raccontarlo con i filtri rosa ben appiccicati agli occhi.

    Mi piace pensare positivo e sono convinta che essere positiva ti aiuta ad attirare positività, com’è che si dice? Con un po’ di esercizio si arriva quasi dappertutto.

     

    1. Quando descrivi i protagonisti è tutta fantasia oppure t’ispiri anche a qualcuno di reale, (persona della vita quotidiana o altro)?

    Alcuni episodi raccontati sono reali, la leggenda è reale, per quanto una leggenda possa essere reale, l’ ambientazione e gli eventi sono reali, solo le storie d’ amore ed i quattro protagonisti sono frutto della mia fantasia.

    1. Che emozioni vorresti suscitare nei lettori?.

    Verso la fine del libro mi piacerebbe scatenare una riflessione nella mente dei lettori, in generale, cerco di trasmettere un pensiero gioioso di speranza.

    1. La cosa più bella e la più brutta che ti hanno detto in riferimento a ciò che scrivi..

    La cosa più brutta è stata “A me non piace leggere, Tu non sai scrivere.” Quella più bella è stata: “Hai scritto un libro?TU????”-“Bello Marta, mi è piaciuto, davvero…”

    1. Hai esperienza sia con il self publishing che con editori? Condivideresti qualche impressione e considerazione?.

    Non ho esperienze con editori, non ho nemmeno provato a contattarne uno, perché, sembrerà stupido, mi vergogno, forse un giorno riuscirò a superare questa barriera.

    1. Hai un personaggio preferito dei tuoi?.

    Si, Camilla, perché con la tenacia riesce a non farsi scoraggiare e non farsi rovinare la festa.

    1. Cerchi sempre di trasmettere un messaggio preciso o è scrivendo che il messaggio viene fuori da solo?.

    Viene da solo, quando inizio a scrivere, che sia un post o un libro parto con un’idea e poi arrivo alla conclusione scrivendo tutt’altro.

    Mentre premo le lettere sulla tastiera il testo si compone, l’ idea prende forma ed alla fine mi accorgo che sto trasmettendo esattamente il messaggio che avrei voluto sentirmi dire.

    1. Raccontaci qualcosa di te che vorresti condividere..

    Che sto provando a scrivere il secondo libro, vale? Nel blog ho più volte raccontato episodi capitati in ufficio, ed hanno riscosso un discreto successo, vedremo se riuscirò a tramutare tutte le peripezie in un libro.

    Adoro scrivere nel blog, lo considero come il mio diario, anni fa scrivevo nella Smemo, poi ho scoperto questo mondo eh…Si!Ci sono arrivata in ritardo… ma io sono così… vivo nel mio mondo incantato fatto di fiori e sorrisi, poi, quando i fiori appassiscono torno sul pianeta terra a raccoglierne altri.

    link libro: http://www.amazon.it/Festa-Del-Paese-Marta-Vitali/dp/1518638120

    Non ho un sito internet, ho solo un blog: www.pensieriloquaci.wordpress.com

Spero che questo post vi sia piaciuto e che vi aiuti a conoscere Marta!

Buon venerdì!

Annunci

31 thoughts on “La giornata dell’autore ~ Marta Vitali

  1. La cosa più brutta è stata “A me non piace leggere, Tu non sai scrivere”. Lo sciocco che ti ha detto questo è anche poco credibile: se non ama leggere, come può giudicare il tuo libro?
    Sono d’accordo con Laura: sei una persona speciale.Continua così!

    Liked by 3 people

  2. Sono veramente felice che ci hai fatto conoscere la Marta scrittrice di un libro. Pensa che io seguo Marta nel suo blog, eppure mi devo essere persa qualcosa, non sapevo che avesse scritto un libro! Invece conosco molto bene le storie dei colleghi di ufficio. 😉

    Liked by 2 people

  3. Pingback: La giornata dell’autore ~ Marta Vitali | PENSIERI LOQUACI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...