Su Di Me #29

hqdefault

Ambrogio non è fame, è più voglia di qualcosa di buono!

Allora questa mitica frase è proprio vera. Mi rendo conto, ora che sto seguendo un regime alimentare calcolato al grammo e molto restrittivo in fatto di sgarri e porcate, che è tutta una questione di cervello.

Sono anni che sono a dieta,  quindi davvero non è che io stia dimagrendo da un giorno all’altro, semplicemente questi sono gli ultimi Kg di troppo e toglierli è più difficile e si deve stringere un po’ di più.

Pensando alle voglie e ai vari sgarri, in questo momento in cui sono stretta nella morsa di una motivazione molto forte, e trovo la forza di lasciar stare del tutto, mi accorgo che, quando mangiavo certe cose non avevo affatto fame, semplicemente le volevo e basta.

Non dico che in anni di dieta non ho mai mangiato schifezze, anzi, in tutti questi anni, l’ho fatto più di una volta, ora no, in questo periodo sono davvero categorica e a dirla tutta, forse perchè sono così motivata, non ho fame.

Vi garantisco che non è facile per me, Federico si abbuffa di continuo, ieri sera a letto ha mangiato le bruschette mentre guardava una serie TV. (Comunque è un mostro, io glielo dico sempre, potrebbe avere la decenza di andare a nascondersi quando mangia XD)

Cioè non è che sia proprio facile, ti viene letteralmente la bava alla bocca, ma poi ci penso e mi chiedo: “Ho fame?”

La risposta è sempre: NO.

Quindi la verità è che non è che in quel momento hai necessità di mangiare, è semplicemente il cervello che ti dice che quella cosa è buona e ti viene voglia di mangiarla, ma non ne hai davvero bisogno.

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista il mio libro! 

 LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

 buy_2._V196835997_

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Annunci

47 thoughts on “Su Di Me #29

  1. Buongiorno Laura! Io non sono a dieta, ma comunque faccio molta attenzione a quello che mangio (o bevo). Per farti un esempio: da anni non metto lo zucchero nel caffè, né nel cappuccino; a parte in occasioni di feste o altro, non bevo vino rosso, né bibite gassate (Fanta, Coca Cola et similia); inoltre, faccio volentieri a meno anche di stuzzichini tipo patatine o altro. L’unica cosa, magari può essere due/tre biscotti post cena…

    Liked by 1 persona

  2. Ma saioi anche io potrei mangiare sempre qualcosa… ma non è fame.. non so, forse e un passatempo 😦 poi la parola fame uso mai.. perchè io no so cosa sia veramente la fame… 😉 sono qui e mangio salice affumicate vegan… con patate fritte …;)

    Liked by 1 persona

  3. Hai perfettamente ragione.
    Io ho scoperto che se mi siedo davanti alla TV senza nulla da fare, solo guardare un programma qualsiasi, immediatamente sento la necessità di aprire il frigorifero o la dispensa, anche se ho appena sparecchiato. Mi impongo di non farlo, bevo un bicchiere d’acqua e mi metto a fare qualcosa di utile. Ma che siano i pubblicitari a spedire nell’etere dei messaggi subliminali?
    Lo stesso dicasi per le scatole di biscotti, caramelle, cioccolatini, torroncini, patatine ecc. che sono chiuse nella dispensa: devono essere invasate da qualche alieno perché mi “chiamano”.
    Tutte le volte devo fare un grande sforzo di volontà per non ficcare qualcosa in bocca, anche perché, alla mia tenera età ne va della salute oltre che del peso.
    Perciò vado sulla cyclette con un libro in mano e pedalo mentre leggo, oppure mi alzo e vado in un’altra stanza a fare altro.
    Pensare che quando cucino, a parte assaggiare se è più o meno salato, non metto in bocca nulla, ma quando cucino non sono seduta davanti alla TV.

    Liked by 1 persona

  4. C’è ovviamente un’equa comonente: la fame se si consuma fisicamente viene, l’organismo è un sistema che ha bisogno di essere alimentato, ma certamente la testa fa la sua parte.
    Io, aimè, sono stata senza mangiare per diversi mesi, alimentata a flebo, la fame ovviamente non la sentivo e la testa era altrove per comandarmi di mangiare, ma quando tutto è tornato nella (quasi) normalità la fame è arrivata.
    Dobbiamo avere la forza di equilibrarci, se slo siamo noi il resto viene da se.

    Liked by 1 persona

  5. Anni fa ho seguito una dieta con ottimi risultati, ma il mio quadretto di cioccolato mi accompagnava tutti i dopo-cena…e ricordo che la dietista mi aveva detto “se senti desiderio di dolci non trattenerti, un gelato ogni tanro al posto di un frutto permettitelo, non compromette la dieta e non ti crea depressione”
    Ciao Laura serena serata

    Liked by 1 persona

  6. E’ un punto di vista interessante, il tuo.
    A me viene fame quando passo in mezzo a cose buone (tipo gli scaffali dei pani e dei dolci, al supermercato) o quando vado alle fiere sul cibo e simili. E’ quel languorino che si insinua e ti fa sentire che nello stomaco manca qualcosa, c’è un vuoto… io la chiamo fame, ma ora la chiamerò “inganno” 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...