Su di me #66

20

 

Buongiorno a tutti e buon lunedì!

Prima di iniziare il post farò una piccola premessa.

Io lavoro nei pressi di un grande centro commerciale, si chiama Fiumara. Di solito evito di andarci perché non ho una grande passione per i negozi, ma quando vado a prendere Federico fuori dall’ufficio ci passo in mezzo perché si trova sul percorso.

Da un lato di Fiumara c’è la Conad, questo supermercato ha il banco pane/pasticceria che ha la vetrina/vendita nel passaggio del centro commerciale, probabilmente per facilitare chi lavora lì e vuole prendersi un pezzo di focaccia per pranzo o anche solo le persone di passaggio che vogliono comprare i dolci.

Il banco pasticceria di quella Conad è qualcosa di micidiale, mi piacerebbe fare una fotografia per farvi comprendere cosa intendo, ma purtroppo ho sempre paura di fare una figura di merda a farmi beccare a fotografare il mangiare, quindi evito.

In ogni caso c’è davvero di tutto, dalla pasticceria classica italiana, le classiche “pastine”, ai macarons, donuts di ogni tipo, torte di ogni genere comprese quelle stile americano con le fette alte 20 cm.

Insomma ti fa davvero “venir male”.

Ogni tanto mi ci fermo per comprare il pane di corsa, lo mangio raramente, ma quando faccio le uova non riesco a sostituirlo con le gallette, il rosso d’uovo con le gallette non lo tiri su.

L’altro giorno è andata così e c’era una ragazza prima di me, quindi ho dovuto aspettare che finisse per ordinare.

La guardavo e rivedevo me stessa tanto tempo fa: era una ragazza molto grassa.

Ha preso 4 tipi di cheesecake diverse, un cabaret da mezzo kg di pastine e quattro donuts, nel mentre raccontava alla commessa che quella sera avrebbe avuto a cena il nipotino e stava prendendo un po’ di tutto perché non sapeva cosa  gli piaceva.

A parte la mancanza di credibilità, viste le quantità, a meno che tu non voglia mandare il bambino in coma diabetico, sapevo lontano un miglio che erano bugie: quelle cose erano per lei.

Anche io quando compravo certe cose ed ero grassa mi vergognavo, sai bene cosa pensa chi te le sta vendendo: “ma non sei già abbastanza grassa così? Hai proprio bisogno di comprartela sta roba?”.

Quando dici certe cazzate sai bene che non ti crede nessuno, non ci credi nemmeno tu mentre lo stai dicendo, lo vedi dagli occhi pietosi di chi hai davanti che non ti crede, ma lo dici lo stesso.

Quando è arrivato il mio turno nella mia testa non ho comprato il pezzo di pane.

Nella mia testa ho lasciato stare, sono andata dietro alla ragazza, le ho detto di non comprarle quelle cose, di amarsi, di non farsi del male. L’ho convinta a regalarle al primo barbone che incontravamo e a iniziare a pensare di curarsi davvero di se stessa.

Nella realtà non l’ho fatto, per un milione di motivi, prima di tutto il rischio di un “vaffanculo” grande quanto una casa, o una pizza in faccia, ma soprattutto perché alla fine non sono nessuno per permettermi di dirle qualcosa, quello dovrebbe farlo qualcuno che le sta vicino.

È stato strano assistere alla scena vista da fuori, guardata da spettatore.

Arrivata alla fine del post mi chiedo se abbia un senso quello che ho detto e se risulti comprensibile il significato.

Spero di sì.

Auguro a tutti una felice giornata.

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

fronteil-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1


Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+

Annunci

26 thoughts on “Su di me #66

  1. Si ha un senso e il senso è che se vuoi qualcosa e perchè la vuoi con tutte le tue forze, ma se quella cosa non la vuoi allora lasci perdere. Prendi ad esempio quello che hai detto tu in questo post, alcune persone si prendono delle cose che li fanno sentire veramente male e questo lo fanno per nascondere il loro dolore e poi ci sono persone come te che riescono a resistere alla voglia di prendere quelle cose che non gli servono sul serio

    Liked by 1 persona

  2. Anche io ho lottato da anni contro la obesità, nessuno mi ha mai detto stai attenta che vai fuori peso .. le conseguenze alla fine pago oggi con la diabete.. comunque non sono magrissima ma per ora peso 27 kg di meno… e si vede una grande differenza… e sopratutto si sente bene..

    buona giornata cara Laura… bussi Pif ❤

    Liked by 1 persona

  3. Buongiorno buona giornata a te prima di tutto , beh anche io ci avrei pensato se fossi stata al tuo posto ma dirglielo è tosta e poteva benissimo come hai detto tu, mandarti a quel paese. Ma magari prima o poi anche lei si accorgerà come te. Ps: mi hai fatto venire in mente l’ultimo libro letto che ho recensito ieri sera che trattava l’argomento. 😉💪

    Liked by 1 persona

  4. Certo che ha un senso! Credo che un pò tutti abbiamo una sorta di dipendenza da qualcosa che ci fa sentire in colpa ma che non riusciamo a debellare….te lo scrivo con una sigaretta fra le dita…. 🙂 Buongiorno e buona settimana

    Liked by 1 persona

  5. Certo che ha senso Laura, hai visto quella ragazza e hai pensato a quanto hai sofferto, solo tu sai tutti i sacrifici che hai fatto, spero tanto che quella ragazza trovi la forza che hai avuto tu, ti abbraccio tanto, tu sei bellissima, buona settimana, ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...