Blogtour ~ “Cose Preziose”di Stephen King ~ Ambientazione

16809639_10210233443784346_579786688_n-720x720

Buongiorno a tutti e buon martedì amici!

Oggi partecipo a un blogtour molto speciale in collaborazione con altri cari colleghi blogger.

Si tratta di un libro che ho molto amato e letto tanti anni fa “Cose preziose”. A me spetta il compito di parlarvi dell’ambientazione.

Partiamo con i dettagli del libro:

SCHEDA

Titolo: Cose Preziose
Autore: Stephen King
Prezzo: Euro 11.90
Pagine: 768
Casa Editrice: Sperling & Kupfer

Link diretto all’acquisto del libro: AMAZON!

images-308x480TRAMA

Un giorno, nella tranquilla cittadina di Castle Rock compare Leland Gaunt, un tipo strano e sfuggente. Gaunt apre un negozio, Cose Preziose, dov’è possibile acquistare pezzi rari, curiosità, autentiche gioie per piccoli collezionisti. In breve, l’emporio riesce ad attrarre magneticamente tutti i membri della comunità, con effetti devastanti. Perché in quel negozio dall’oscuro e impenetrabile magazzino tutto è in vendita… perfino l’anima.

AMBIENTAZIONE

 

Vi racconterò di una piccola cittadina: Castle Rock. Voi vi chiederete: dov’è?

Non esiste. Si tratta infatti di una cittadina immaginaria inventata dalla penna di Stephen King e teatro di alcuni dei suoi libri.

14jql34-550x310

Castle Rock è una piccola comunità, forse un po’ fatiscente, quasi “addormentata su se stessa” un borgo sonnolento in cui si incrociano svariate sfaccettature dell’umanità e che potrebbe essere presa come simbolo rappresentativo di svariati analoghi piccoli borghi americani, e forse anche del mondo.

È il classico esempio di località in cui la comunità sembra vivere una vita tutta sua che segue schemi precisi e tranquilli, ma ci pensa sempre King a sconvolgere le vite dei suoi poveri abitanti.

crth

La cittadina è geograficamente posizionata all’interno del Maine, ma nel film nel film Stand by me – Ricordo di un’estate, tratto dalla novella stagioni diverse,  viene detto che Castle Rock si trova nell’Oregon.

Voi cosa dite?

Io sono convinta che sia nel Maine, ho letto innumerevoli testi di King ed erano quasi tutti ambientati lì, credo che l’idea dell’Oregon sia un’imprecisione del film.

Vi svelerò una curiosità: Il nome trova le sue origini in quello della montagna pietrosa immaginaria presente nel romanzo “Il signore delle mosche” di William Golding.

cr

Vediamo, intanto, quali libri e film sono ambientati a Castle Rock

LIBRI

  1. La zona morta (1979)
  2. Cujo (1981)
  3. Novella – Il corpo – Stagioni diverse (1982)
  4. La metà oscura (1989)
  5. Novella- Il fotocane-  Quattro dopo mezzanotte (1990)
  6. Cose preziose (1991)

FILM

  1. La zona morta (1983)
  2. Cujo (1983)
  3. Stand by me – Ricordo di un’estate (1986)
  4. La metà oscura (1993)
  5. Cose preziose (1993)

 

Le cose in comune però non si fermano alla stessa città d’ambientazione, King ha infatti intrecciato le vicende di alcuni personaggi in modo che facessero la loro comparsa in più di un libro.

Ora vediamo nel dettaglio:

  1. Cujo Inizia con un riferimento a Frank Dodd, il vice sceriffo la cui violenza omicida è protagonista della prima parte di La zona morta. Esiste anche il sospetto che Cujo sia appartenuto a Dodd.
  2. ll personaggio di Ace Merrill, presente nella novella – Il corpo – da adulto, verrà riproposto da Stephen King all’interno del romanzo Cose preziose diventando l’assistente di Leland Gaunt.
  3. In La metà oscura fa la sua comparsa lo sceriffo Alan Pangborn, protagonista di Cose preziose. Qui indaga su Thad.
  4. Altra curiosità su La metà oscura: non è ambientato direttamente a Castle Rock, ma a un’ora da lì, più precisamente a Ludlow, la cittadina in cui è ambientato anche Pet Sematary.
  5. Il fotocane, novella presente nella raccolta Quattro dopo mezzanotte è il preludio del romanzo Cose preziose, qui conosciamo Pop Merril e scopriamo il modo in cui il suo negozio fu distrutto
  6. In Cose preziose si fa riferimento a Cujo quando si parla di una fattoria fuori città in cui “successe quella faccenda del cane”.

 

Siete arrivati fin qui? Siete interessati? Allora vi meritate di sapere che potrete cogliere l’occasione per partecipare al giveaway di questo fantastico libro!

Vi state chiedendo come?

Per partecipare attivamente  è necessario provare a rispondere alle seguenti domande:

 

1 – Tra i libri di King ne troviamo alcuni che non sono strettamente horror. Sei pronto a indovinare di quali sto parlando?

  • Il primo racconta le tragiche vicende di una donna, un indizio? Può ricordarcela pensare al sole.
  • Nel secondo il titolo contiene un colore, il libro parla di un’ingiustizia.

2 – Qual è il libro di King che rappresenta l’incubo di ogni scrittore? 

Il BlogTour dedicato a  “Cose Preziose” di Stephen King si terrà dal 20 al 25 febbraio,  seguendo tutte le tappe, potrete avere la possibilità di vincere una copia cartacea del libro in questione.

Per partecipare, avrete tempo fino al 5 marzo compreso, e dovrete necessariamente rispondere alle due domande che troverete in ognuna delle tappe e compilare i campi nel link che segue.
Buona fortuna!

ANDATE QUI!!—-> 

https://www.rafflecopter.com/rafl/display/6e979ff03/

Mi raccomando per partecipare seguite il link sopra indicato!

 

In testa al post trovate il calendario di tutte le altre tappe, ma per comodità ve lo rimetto anche qui!

16809639_10210233443784346_579786688_n-720x720

Grazie a tutti per aver letto!

 

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

fronteil-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1


Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+

Annunci

28 thoughts on “Blogtour ~ “Cose Preziose”di Stephen King ~ Ambientazione

  1. Eccomi qui, allora da dove parto? 🙂
    Bellissime ambientazioni, e tantissime cose interessanti su questo scrittore d’oro 🙂
    Devo dire che ho iniziato a leggere Stephen King perchè consigliatomi da mia zia che è una grandissima fan, infatti possiede quasi tutti i suoi libri, e man mano me li sta passando per farmeli leggere. 🙂
    Ti confesso che sono rimasta affascinata dalla scrittura di quest’ autore, che è capace di far restare il lettore sempre con il fiato sospeso.
    Questo libro mi manca, e manca anche a mia zia, quindi se la fortuna mi assistesse sarebbe una doppia gioia 🙂
    Comunque anche per me Castle Rock è nel Maine 🙂
    Davvero molto interessante questo libro, da leggere.
    Inizio rispondendoti alle domande 🙂
    1) Tra i libri di King ne troviamo alcuni che non sono strettamente horror. Sei pronto a indovinare di quali sto parlando?
    – Allora io non ho avuto ancora l’opportunità di leggerli tutti, però posso dirti che di quelli letti secondo me quelli il primo libro di cui tu parli sia: ” Notte buia, niente stelle ” è l’unico libro che mi viene in mente, tra l’alto è un libro bellissimo, ricco di colpi di scena 🙂
    – Mentre il secondo è senza ombra di dubbio:
    ” Il miglio verde ” Libro stupendo e altrettanto il film… Profondo, Commovente, Ingiusto 😦
    2) Qual è il libro di King che rappresenta l’incubo di ogni scrittore?
    – Guarda qui non ne sono sicura, ma potrebbe essere ” Misery ” dove Annie costringerà Paul a bruciare il suo ultimo romanzo, unica copia esistente tra l’altro… XD spero sia corretto, almeno se io fossi una scrittrice e qualcuno mi obbligasse a distruggere il mio libro dove non ci sono altre copie, sarebbe un incubo O:O
    Ora ti elenco le regole che ho scrupolosamente rispettato 🙂
    Partecipo al BlogTour 🙂
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome; Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Seguo le pagine Facebook di tutti i Blog partecipanti al BlogTour sempre con lo stesso nome: Elysa Pellino
    – Ho commentato e condiviso la tappa precedente, e farò cosi con tutte le altre 🙂
    Ho condiviso questa tappa su Facebook taggando la pagina Facebook del blog ” Racconti dal passato ” + due amiche, Twitter, e Google+ ( Uso solo questi social ) Su Twitter e Google+ ho solo condiviso senza taggare nessuno, perchè non ho molti amici 🙂
    LINK CONDIVISIONE FACEBOOK: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10209348067032428?pnref=story
    LINK CONDIVISIONE TWITTER: https://twitter.com/ElysaPellino/status/834004307070513152
    LINK CONDIVISIONE GOOGLE+: https://plus.google.com/u/0/104143485217744156564/posts/dx7Lpfbeixy
    – Su Instagram non ho condiviso perchè sono iscritta da poco, e devo ancora imparare bene come si usa :/
    Ti seguo su Facebook e Twitter con il nome: Elysa Pellino
    Mentre su Instagram con il nickname: e.l.i.s.a.93
    Ti seguirei molto volentieri anche su Google+ ultimo social che uso insieme ai 3 citati sopra, ma non so se sei iscritta… non riesco a trovarti 😦
    Grazie per la partecipazione 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Bellissima tappa e ambientazioni wow!!
    Per quanto riguarda le due domande… Alla prima le due risposte sono “Dolores Claiborne” e “Il miglio verde”. Alla seconda: beh, potrei intenderla in due modi. Se intendiamo “l’incubo di uno scrittore” letteralmente andrei su “Misery” (in quanto il protagonista viene costretto a bruciare il proprio romanzo, e per uno scrittore ciò è proprio un incubo!); d’altra parte “l’incubo di uno scrittore” potrebbe essere “It”: essendo uno dei romanzi più iconici della letteratura e uno dei migliori best-sellers al mondo, è dura per uno scrittore concorrere con un librone così: “l’incubo” è il faticare di riuscire a batterlo 😉
    Passando alle cose tecniche… ecco il link delle condivisione (lo metto qui che nel form mi fa solo inserire una volta e ho già messo la precedente tappa): https://www.facebook.com/smeraldi.marco/posts/1139898902788856

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...