30 Days Writing Challenge – Day 3

copertina

30-day-writing-challenge

Ciao a tutti e buon martedì!

Come state amici? Spero tutti bene.

Come vi a avevo preannunciato questo mese sarà dedicato a questa challenge, quindi via con il terzo giorno!

3 – Quali sono i tuoi primi tre fastidi ricorrenti?

  1. Al primo posto in assoluto si trova la mancanza di tempo, necessiterei di giornate di quarantotto ore, davvero a volte mi sembra di non riuscire a concludere niente, poi, come in questo periodo, quando sono vicino all’uscita del libro nuovo, vado letteralmente fuori di testa.
  2. Le persone che tentano di cambiarmi mi urtano i nervi, sono fatta così, c’è tanta gente da frequentare nel mondo se non vi vado bene frequentate altre persone. Mi urtano soprattutto quelli che vogliono inculcarmi di avere un figlio o che mi chiedono in continuazione quando lo faccio. Mi urta ripetere sempre le stesse cose e la malignità, so bene che tanti lo chiedono perchè vogliono sottintendere che io non ne possa avere. Non sono sterile se è questo che vi preme sapere, semplicemente non è una cosa che al momento desidero e non so se la desidererò mai. Questo non vuol dire io non sia degna di essere una persona, si può essere una donna anche senza essere madre, non c’è scritto da nessuna parte che si debbano fare figli per forza.
  3. L’invidia, davvero a volte mi inquieta e vivo male per la paura, specialmente relativamente ai libri. Voi non avete nemmeno la più vaga idea di quanta gente orrenda esista nel mondo degli scrittori. Le persone spendono il loro tempo a fare cattiverie agli altri per mancanza di risultati. Segnalano le recensioni ad amazon nella speranza di fartele cancellare, spendono giornate a mettere in giro voci sul tuo conto, fanno cose che a me, con tutta la fantasia che ho, non verrebbero nemmeno in mente in anni. Io non riesco davvero a capire, consiglio vivamente a queste persone di mettere l’impegno che spendono per queste cattiverie nella creazione delle loro opere, magari così avranno qualche risultato, oppure di smettere proprio. Chi non ha amore e vive di cattiverie dubito possa produrre qualcosa di buono, qualcosa che tocchi il cuore di chi legge. Rivedete un attimo voi stessi prima di tentare di arrivare agli altri, penso sarebbe la cosa migliore.

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

il-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+

Advertisements

8 thoughts on “30 Days Writing Challenge – Day 3

  1. Le persone sono cattive oltre che fastidiose!
    Ho ventidue anni ho voglia di studiare e scoprire il mondo e non di certo mettere un bambino al mondo😅 Però le mie coetanee sono tutte incinte o accasate e la gente non fa altro che chiedermi quando ho intenzione di fidanzarmi. Almeno tu sei sposata e ti sei tolta una parte del fastidio 😉

    Liked by 1 persona

  2. Il tempo dovrebbe essere un elastico da tirare alla bisogna. Ventiquattrore vanno strette anche a me che resto sempre con l’affanno di non aver fatto tutto ciò che mi ero proposta.
    Le persone che tentano di cambiare gli altri sono decisamente inopportune. Indagano, affermano, tirano conclusioni con grande mancanza di tatto e sensibilità …ahimè.
    Accipicchia quanta malvagità nel mondo degli scrittori, credevo fosse un limbo pacifico invece scopro che anche lì c’è da sguazzare nell’invidia gratuita.
    Non prendertela Laura, per fortuna sei una ragazza piena di grinta e determinazione 🙂
    Un abbraccio da Affy

    Liked by 1 persona

    • Guarda, su facebook ho un gruppo chiuso sul mio libro, unico scopo “raccogliere” i lettori più fedeli e condividere con loro piccole anteprime private. Fai conto che anche lì, ogni tanto, fa richiesta qualcuno per entrare che poi si cancella dopo mezz’ora per venire a spiare, credendo di scoprire chissà quale sordido segreto. Poverini loro che non hanno di meglio da fare, tanto io ammetto tutti quelli che fanno richiesta, non ho niente da nascondere, ma se la gente non ha di meglio da fare non ci posso fare nulla.
      No, non è un limbo pacifico, lo avevo pensato erroneamente anche io!
      Dolce notte cara ❤

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...