Su Di Me #58

58

 

Buongiorno a tutti e buon lunedì!

Diamo il via a una nuova settimana con un su di me “introspettivo”.

Andare in palestra è un’esigenza, ormai lo so, ma a volte me ne rendo conto solo quando ci sono.

Non vi sto parlando di esigenza di dieta, è ovvio che se si deve dimagrire qualcosa “sa da fare”, ma di esigenza mentale.

Molto spesso, quando sono a lavorare e la giornata è particolarmente faticosa, penso che all’uscita vorrei solo andarmene a casa e che di andare in palestra non ho proprio voglia.

Ammetto che spesso “mi faccio violenza” per costringermi ad andare in palestra lo stesso, mi dico frasi tipo “vorrai mica tornare a essere il soldato palla di lardo?”, così mi convinco e mi trascino svogliatamente.

Il tutto dura fin quando non finisco di cambiarmi, ammetto che vestirmi e svestirmi è una cosa che mi da noia, poi dopo, quando inizio sono contenta.

Mentre sono lì che sudo tipo Pavarotti & friends poi subentra la consapevolezza di averne avuto bisogno.

Credo in parte dipenda dalla consapevolezza di aver fatto la cosa giusta, ma che in altra parte ormai sia proprio una necessità psicofisica, un modo che mi permette di scaricare anche le ansie represse.

Mi rendo conto che spesso si evita di parlare di tutte le cose che ci danno noia, anche perché si passerebbe la giornata a lamentarsi, ma che queste comunque si attaccano al nostro essere e rimangono lì sopite, forse rendendoci un po’ insoddisfatti perché abbiamo deciso di accettarle silenti.

Quando sfoghiamo un’energia che ci pare di non avere in qualcos’altro, secondo me, ci liberiamo anche di quelle cose fastidiose.

A voi capita mai?

Vi succede di non aver assolutamente voglia di fare qualcosa, ma che poi quando la fate vi rendete conto che ne avevate bisogno?

Fatemi sapere!

Per oggi vi saluto e vi auguro un felice lunedì!

Laura.

 

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

il-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Advertisements

22 thoughts on “Su Di Me #58

  1. Anche a me capita di non aver voglia e di essere assalita dalla pigrizia, specialmente da quando sono forzatamente a casa. Però so che mi basta vincere quei 5 minuti di pigrizia, vestirmi da capo a piedi come se dovessi uscire e poi fare almeno una passeggiata al giorno per arrivare a sera più serena e soddisfatta.

    Liked by 1 persona

  2. ti capisco laura anche a me succede tante volte… specie se si tratta di fare esercizio fisico…nn vado in palestra ma mi tengo allenata con step pesi e corsa a casa ma che fatica…rimando rimando trovando scuse ma come te poi una volta fatto mi accorgo che mi fa bene, tanto bene…
    ti auguro un buon lunedi
    bacio
    daniela

    Liked by 1 persona

  3. Andare in palestra Laura a volte puo’ pesare ma quando esci poi ti senti bene anche se la giornata al lavoro e’ stata faticosa, forse dovresti alternare, nel senso, fare palestra, camminare, nuoto ecc. cambiare un po’, te lo dico perche’ puo’ darsi che ti annoi a fare sempre le stesse cose, ti abbraccio tanto, io mi diverto con Willy, andare a camminare con lui e’ troppo bello ma tra un po’ non andiamo piu’ perche’ quando fa freddo lui non si muove, 😀 baci, ❤

    Liked by 1 persona

    • Guarda sinceramente non ne avrei il tempo.
      Le piscine sono distanti e si spreca davvero troppo tempo ad andare e tornare, oltretutto nuoto porta via il triplo del tempo, per chi ne ha poco come me è davvero impraticabile, senza parlare dei costi.
      Già costa l’abbonamento in palestra, dovessi farlo anche in piscina diventerebbe un disastro. Gli ingressi liberi sono comunque molto cari.
      Camminare per me è troppo poco, non si bruciano abbastanza calorie, in un’ora di palestra ne brucio dieci volte tanto. Comunque no, non mi scoccio di fare la stessa cosa, semplicemente preferirei poter andare al mattino presto, ma diventa un incubo dovendo andare a lavorare, si fanno sempre tutte le cose con la fretta e viene il nervoso.

      Mi piace

  4. Io non sono mai andata in palestra. Da ragazza camminavo molto, nuotavo tutti i giorni, al mare o in piscina dipendeva dal luogo in cui lavoravo. Ora che son vecchia faccio una ginnastica aerobica a casa ogni mattina, per mantenere elastiche le mie giunture e forti i muscoli.
    La mia domanda è: se arrivasse il momento in cui tu non potessi più andare in palestra (per esempio io non posso più andare a nuotare perché qui dove abito non c’è il mare e le piscine in paese non ci sono) che cosa succederebbe? Potresti continuare a mantenere il peso attuale? Quali potrebbero essere le alternative?
    Ciao, buona serata.

    Liked by 1 persona

    • Non so se senza l’attività fisica il mio nuovo metabolismo resisterebbe. Potrei ridurre ulteriormente il mangiare, in assenza di attività prolungata, altro sinceramente non mi viene in mente.
      Io sono ipotiroidea quindi faccio il triplo della fatica a perdere peso rispetto alle altre persone.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...