Capelli Vittoriani

i-capelli-vittoriani

Buongiorno a tutti e buon martedì!

Oggi parliamo di un argomento vittoriano.

Rammentate tutti quanto i vittoriani ci tenessero alle apparenze e una delle cose più importanti per una donna erano di certo i capelli!

I capelli lunghi e setosi erano considerati desiderabili e quindi le signore del tempo badavano bene a non tagliarli, solo una leggera spuntatina molto rara per eliminare le doppie punte era ammessa.

Adesso esploreremo qualche curiosità in merito.victorian-hairstyles-lady-harriet-georgiana-brudenell

I capelli setosi lucenti e in ordine per le nostre signore vittoriane non erano certo un risultato rapido e immediato, ma il frutto di anni nei quali hanno passato, (loro o le loro cameriere personali), lunghe ore a spazzolarli e curarli.

Una delle regole basilari era quella di spazzolare i capelli prendendo tra le dita le ciocche qualche centimetro più in basso della radice e spazzolarli fino alle punte, infatti, se si spazzolano i capelli dalla radice, schiacciandoli sulla cute, si ottiene un effetto che li appiattisce e li rende più rapidamente unti. Le punte era inoltre essenziale fossero ben dritte e ordinate e non certo gonfie e spettinate.

Ricordate inoltre che le donne di quell’epoca andavano in giro solo con elaborate acconciature, nessuna donna per bene sarebbe mai andata in giro con i capelli sciolti. Era una cosa legata all’intimità e che solo il marito avrebbe visto. Le foto antiche reperibili in giro di donne con i capelli sciolti sono per lo più di attrici e modelle, nessuna signora per bene si sarebbe fatta fotografare in quelle condizioni.

Una delle pratiche più utilizzate per rendere i capelli ancora più belli era quella delle uova.

Le nostre signore si avvalevano di una mistura fatta con quattro bianchi d’uovo montati a neve che veniva applicata dalla radice dei capelli e massaggiata delicatamente ed in seguito lasciata essiccare. Una volta asciugata si sciacquava con rum e acqua di rose ed in seguito si risciacquava con acqua tiepida per eliminare l’odore di rum.

Ve la immaginate una signorina ber bene andare in giro mentre puzzava come un barile di rum? Direi proprio di no!

Ecco alcune testimonianze degli anni passati su rimedi e ricette per capelli, in fondo all’articolo troverete i riferimenti per le unità di misura odierne.

Young Ladies Journal, 1873

Schiarire i capelli durante i lavaggi

Il consiglio è quello di lavare i capelli con olio di rosmarino, la soda viene ritenuta come più effettiva, ma sconsigliata poichè dannosa per la cute  e perchè rende i capelli più fragili.

Da “hings Worth Knowing”, The Englishwoman’s Domestic Magazione, 1858

Olio per arricciare i capelliqueen-victoria-1837

  • una dramma di olio di origano,
  • una dramma e mezza di olio di
    rosmarino,
  • un’oncia di olio d’oliva.

Mescolare il tutto e applicare sui capelli.

Home Note 1895

Come arginare il problema dei capelli grigi, (persone castane)

  • Acqua di rose: 8 once
  • Glicerina: 1 oncia
  • Fiori di zolfo: ½ oncia
  • Acquavite di vino: ½ oncia

Applicare sui capelli e lasciare agire, risciacquare con acqua tiepida.

Si legge inoltre:

Il grigiore precoce potrebbe essere ereditario, ma anche sintomo di stato di salute cagionevole o risultato di preoccupazioni e turbamenti.

La sostanza colorante nei capelli è per buona parte dovuta al grasso quindi l’uso di sostanze alcaline contenenti, potassio, carbonato di sodio e misture simili, causano la perdita di grasso e di colore poiché lo assorbono. Queste sostanze sono infatti ottime per chi vuole mantenere i capelli chiari, ma dannose per chi li ha scuri poiché inducono il grigiore.

Young Ladies Journal, 1873

Ricetta per il diradamento dei capelli

  • Rum
  • Olio di ricino

Mescolare in parti uguali, una volta pronta la mistura va strofinata sulle radici dei capelli e lasciata agire tutta la notte. Le sue proprietà saranno stimolanti e nutrienti.

Unità di misura delle ricette

* Un’oncia  corrisponde a 31,1 g grammi.

* Una libbra corrisponde a poco più di 453 grammi

* Una pinta equivale a circa 473 millilitri

* La dramma (dram) è un’antica unità di misura della massa usata in farmacia e diffusa nel mondo anglosassone fino al XIX secolo. Il simbolo è ℨ. Derivante dall’antica dramma greca, 1 dramma equivale a 1⁄8 di oncia (troy).

1 oncia (31,1 g) = 8 dramme
1 dramma (3,89 g) = 3 scruple
1 scruple (1,30 g) = 20 grani
1 grano = 68,4 mg

Aveva sentito qualcuna di queste ricette? Magari nei rimedi dei nonni? Se sì fatemelo sapere nei commenti! Spero che l’articolo sia risultato piacevole ed interessante, buona giornata a tutti!

Laura.

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

il-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  Instagram

Annunci

19 thoughts on “Capelli Vittoriani

  1. Interessante articolo! I capelli sono un mezzo importante di trasmissione estetica.
    Io ricordo solo che una vicina di mia nonna applicava una sera si e una no olio di oliva puro, arrotolava e chiudeva i capelli in una pezza di lino tutta la notte. Diceva che i capelli sarebbero rimasti forti e neri…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...