Su di Me #51

Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of RAcconti dal passato

 

Buongiorno a tutti e buon martedì!

Chi di voi è già in ferie? Per me questa è l’ultima settimana lavorativa, venerdì si chiude e si riapre tra due settimane.  Poi lavorerò ancora una decina di giorni, fino al 31 agosto e dall’1 settembre in poi sarò in ferie per il matrimonio.

Oggi vi racconterò del mare giacché siamo in tema estivo.

Come molti di voi sanno io vivo a Genova e magari penserete che io non faccia altro che passare ogni attimo libero alla spiaggia per tutta l’estate. Vi sbagliate.

Io detesto andare al mare, è proprio una cosa che  mi annoia  a morte, né mi piace prendere il sole. D’estate, quando c’è il sole, attraverso la strada per camminare all’ombra, piuttosto allungo il percorso.

Vado al mare volentieri solo di sera oppure durante l’inverno.

Molti mi dicono che se cambiassi città sentirei la mancanza del mare, non posso dire se hanno torto o ragione, ma anche d’inverno non è che io senta continua necessità di andare a passeggiare sul lungo mare, anzi direi che non è tra i miei interessi principali.

Mi piace far le foto perché vengono delle belle foto, però, se dovessi scegliere, preferirei trovarmi a Hide Park che non sul lungo mare.

Andare in spiaggia la vedo un po’ come una perdita di tempo dove passi delle ore a non fare niente, l’unica cosa decente da fare è leggere, ma il pensiero di leggere sotto il sole cocente e in mezzo a vociare e bambini urlanti diventa già agghiacciante di per sé.

Insomma per stare seduta  a leggere preferisco farlo di gran lunga sul mio letto che non in una scomoda sdraio patendo un caldo terribile e vedendomi arrivare pallonate addosso a destra e a manca.

L’idea del casino mi stressa già a priori, praticamente mi sento stanca solo al pensiero di dover andare al mare, non mi serve neppure metterci piede.

Capisco possa sembrare una cosa strana e che magari molti di voi pagherebbero per uscire da lavoro e andare in spiaggia, ma sinceramente a me viene noia e basta.

So che tanti dicono che l’idea di andare in montagna li deprime, cosa che a me non accade, anzi. Quindi forse alla fine non è tanto strano nemmeno quello che provo io.

A me il casino deprime più di qualsiasi altra cosa.

Voi andrete in vacanza? Dove andrete di bello? Un bacio e buona giornata!

 

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

il-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Annunci

39 thoughts on “Su di Me #51

  1. Condivido in toto quello che dici sul mare, perché anche io provo le tue stesse sensazioni; eppure ci vado ogni estate… il fatto è che, come ti ho già scritto, andare in montagna da solo non mi va, ma mi sa che devo darmi una svegliata… ;)( Buon martedì, cara Laura! ❤

    Liked by 1 persona

  2. No, vacanze estive le salto, un po’ per mancanza di fondi e un po’ per Jamis, per non stressarlo con spostamenti vari in sto mese caliente.
    Diciamo che sto pensando al fatto di dover comunque organizzare un viaggio, per gennaio direi: devo tornare in Valle D’Aosta, anche se non ne sono entusiasta… 😉

    Liked by 2 people

  3. Buongiorno Laura… premetto che a me piace molto il mare … però sottoscrivo ogni parola che tu hai detto…in altri tempi ho conosciuto il mare quello che a me piace scogli e immersioni acque limpide e gente civile per tanto pur avendo la mia residenza estiva a un km dal mare non è la mia meta oltretutto odio la sabbia, a settembre vado la mattina a farmi una passeggiata lungo la battigia il silenzio il mormorio del mare e la natura in quel modo mi rigenera..
    Ti abbraccio ❤

    Liked by 2 people

  4. Io quando finiscono le scuole comincio il lavoro nei campi! Ferie? Parola sconosciuta a casa mia! Per fortuna abitiamo in montagna e quindi anche i lavori pesanti sembrano più leggeri. Il mare? Non mi piace,mi ci annoio a morte!Meglio i monti e i laghi 😊

    Liked by 2 people

  5. A parte il dettaglio che ho passato gli ultimi 10 anni senza andare in ferie, quando ero giovane amavo andare al mare, ma anche in montagna. Poi coi bambini piccoli tutto è cambiato. Al mare devi stare sempre all’erta a controllare cosa fanno, Niente libri,niente bagni di sole, niente passeggiate. In montagna, una volta diventati troppo pesanti per lo zainetto, proprio non vogliono camminare. Bisogna aspettare che siano un po’ grandicelli, ma allora non voglio più venire coi genitori ed è anche peggio. Ora che si fanno i fatti loro direi che in montagna non ho più fiato (è quello che mi deprime :)) Il mare mi piace sempre, l’unico neo è esporre la vecchiezza. Mi piace passeggiare per chilometri in riva al mare, leggere (noi leggiamo anche in coppia o in quattro), facciamo le parole croviate in gruppo e senza google, leggiamo e commentiamo i giornali insieme. I bambini degli altri non mi danno nessun fastidio dopo che mi sono sciroppata i miei, anzi, mi piacciono. Il caldo, quando non devo lavorare, mi è indifferente. Troverei divertente anche fare ginnastica con gli altri vecchietti se mio marito non si ribellasse 😀 Insomma i gusti cambiano anche con l’età!

    Liked by 1 persona

    • Io ho sempre odiato andarci, anche da ragazzina, ma allora lo facevo per seguire gli amichetti altrimenti sarei rimasta sola, invece adesso di rimare sola non mi frega molto, nel tempo libero in cui non lavoro devo fare ciò che piace a me, non agli altri.
      Bambini non credo ne avrò quindi quella fase la salto direttamente mi sa.

      Liked by 2 people

      • Per me è più che altro un discorso di soldi, non credo che tra 4 anni starò così bene economicamente da potermelo permettere.
        E poi superati i 40 anni diventi davvero più una nonna che una madre, anzi già secondo me sono troppo vecchia come divario.
        Mia mamma aveva 25 anni quando sono nata io.
        Non è vero che dove ci campano in 2 ci campano in 3, almeno non alle condizioni cui io voglio vivere: dignitose.
        Non desidero, a costo di avere un figlio, di dover rinunciare ad andare a mangiare fuori o a comprarmi un vestito perché non ci arrivo con i soldi e, questo mio egoismo personale che mi fa pensare sia meglio una bella cena che un bambino, mi fa anche rendere conto che non ne desidero affatto e lo farei solo per convenzione sociale. Cosa del tutto errata.
        Quindi a meno che questo non cambi mi sa che non ne farò.

        Liked by 1 persona

      • Anche i figli si fanno per egoismo, che ti credi!
        Condivido la scelta di far figli se si possono mantenere con decoro, l’abbiamo fatto anche noi. I miei figli sono nati dopo 10 anni di matrimonio, quando, per nostra fortuna, eravamo sistemati.

        Liked by 1 persona

  6. Io vivo ad una quindicina di km dal mare….mio figlio ha vissuto 4 anni a Rimini eppure al mare non metteva piede quasi mai….ora che vive a Parigi e lo sento dire “mi manca il mare” rimango sconvolta. …e lui mi risponde “un fatto è averlo lì è sia di poter andare quando vuoi….un fatto è viverci lontano…..” boh l ‘ ho sempre detto che mio figlio è strano. ….Buona giornata Laura 😊

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...