Su Di Me #50

 

Copy of Copy of Copy of Copy of Copy of RAcconti dal passato

Buongiorno a tutti!

Una settimana inizia e un mese volge al termine, luglio è quasi agli sgoccioli. Devo dire che, fortunatamente, quest’estate si sta rivelando poco calda, (come minimo domani 40° e mi tiro un colpo).

Oggi post su di me e su una cosa che ha fatto parte integrante della mia adolescenza, e non solo della mia: il Cioè.

Chi di voi si ricorda il giornaletto settimanale più amato dalle adolescenti negli anni novanta? Mi chiedo: esiste ancora?

Ricordo le copertine adesive, da cui staccavo le foto per poi ricomporle in improbabili collage, i poster all’interno, con cui ho devastato le pareti di camera mia.

Ovviamente li aggiornavo costantemente ed era tutto uno stacca e attacca.

Gli articoli al suo interno, che si leggevano con avida curiosità, nemmeno fossero stati una specie di bibbia.

Ovviamente poi vertevano tutti sullo stesso argomento “pregnante”: La prima volta.

Tempo fa, quando i miei hanno traslocato cambiando casa, ho aperto una vecchia cassettiera che c’era nella mia cameretta e ho trovato un piccolo “tesoro”, un centinaio di cioè che erano sfuggiti ai sacchi neri. Poverini, hanno riposato lì quasi vent’anni, ma alla fine il bidone della carta lo hanno raggiunto pure loro. Mi sono fatta davvero grasse risate rileggendo oggi quegli articoli e ripensando a una me quattordicenne che li divorava e pensava di apprendere qualcosa, manco “la prima volta” fosse stata un’operazione a cuore aperto.

Altra menzione di riguardo per il Cioè va data agli improbabili fotoromanzi che si potevano leggere, una specie di “Grandhotel” dei piccoli.

Ultimo, ma non da meno: I regali.

Rammento gli allucinanti colori dei trucchi che si trovavano in omaggio nel Cioè, che immagino tutte quelle della mia generazione abbiano usato per i primi approcci con il make-up.

Rossetti azzurri e verdi, fard rosa fosforescente, che Heidi ti faceva un baffo, e  agghiaccianti ombretti. Menzione di riguardo anche ai bijoux.

Ora mi scappa di ridere e penso fossero tutte cianfrusaglie, ma allora, quanto aspettavo quell’uscita settimanale!

Voi avete mai letto il Cioè? Cosa vi ricordate al riguardo?

Raccontatemelo!

 

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

il-regno-dellaria

LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Annunci

34 thoughts on “Su Di Me #50

  1. Buongiorno Laura, buon inizio settimana! Può sembrarti strano, ma qualche volta, al liceo, Cioè l’ho acquistato anche io; mi aveva “contagiato” una ragazza che mi piaceva (era la più carina della scuola); penso di aver letto qualche volta qualche fotoromanzo, dei regali ricordo solo un rossetto che aveva l’esterno giallo, e su cui, in caratteri dorati stampatello, era scritto Maddy; ricordo che era di color rosa antico… Ti auguro una giornata spettacolare! ❤

    Liked by 1 persona

    • Mah sai, per me, essendo che mi facevano bullismo e mi prendevano tutti i giro per i busti correttivi, era un modo per cercare di uniformarmi e farmi accettare. Di certo non provavo a manifestare diversità ancora maggiore. Ovviamente non serviva a niente. Poi crescendo capisci che essere uguali agli altri non conta niente, anzi non è nemmeno bello.

      Liked by 1 persona

    • Le meraviglie che si trovavano in omaggio erano impagabili 😀 😀 Ne era uscito anche un altro, verso il 93, che era un po’ più “spinto” sugli articoli sul sesso, non mi ricordo il nome. Io lo presi una volta perchè c’era un poster di qualcuno che mi piaceva e mia madre mi fustigò per gli articoli considerandoli quasi “porno” ahahahahah.

      Liked by 1 persona

    • Diciamo che è un fenomeno, quello dei giornaletti in generale, che in questi anni ha poco riscontro. Quando avevo 15 anni io esisteva solo quello per vedere foto o leggere notizie del beniamino preferito, oggi basta digitarne il nome su google per avere miliardi di foto in qualche millisecondo.

      Mi piace

  2. Cavoli se ne ho letti di Cioè! E anche il Magazine (non so se ricordi, era sullo steso stile). Ricordo tutti i gadgets vari che uscivano, della band preferita (il portachiavi dei Bsb, ad esempio, che ho ancora conservato) o vezzi vari per farsi belle (i trucchi o delle boccette di profumi, tipo Think Pink, Keys, altri, che ho conservato fino a poco tempo fa).
    Che bei tempi, quelli….

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...