Il galateo ~ Matrimonio Civile

 

matrimonio

Buongiorno a tutti e buon inizio settimana!

Il lunedì, come ogni sette giorni incombe e si fa fatica a ingranare, ma non temete passa come tutti gli altri!

Oggi vorrei parlarvi di un argomento che mi sta particolarmente a cuore, il galateo nel matrimonio civile.

Molti di voi forse pensano ancora che le regole impongano quei matrimoni dimessi che si vedevano una volta, pochissimi invitati, cerimonia intima, un vestito che passi inosservato, quattro parole dette velocemente e via e, anche se non sono credenti o non frequentano la chiesa, fanno l’errore di celebrare un matrimonio religioso per non dover per forza fare un matrimonio dimesso.

SBAGLIATO!

Le regole sono ormai cambiate ed è persino stato riscritto il galateo per quanto riguarda il matrimonio civile per adeguarsi ai comportamenti della società che si sta evolvendo.

Io trovo sia un grosso errore sposarsi in chiesa se non si crede e non si frequenta, darete al vostro matrimonio solo l’aspetto di una farsa tanto per fare la festa bella. Ormai è sbagliato credere che la cerimonia religiosa sia sinonimo di matrimonio bello e la cerimonia civile sia sinonimo di matrimonio da poco, le due cose sono equivalenti al giorno d’oggi e non vi è più alcun motivo di sposarsi per forza in chiesa se non si è fedeli.

Ora vediamo nel dettaglio.

1) L’annuncio delle nozze

Wedding invitation

Il galateo prevede che le prime persone a cui comunicare la cosa siano i genitori, i fratelli, se ne avete, e gli amici più intimi. Se lo desiderate vi è la possibilità di organizzare un piccolo brindisi con queste persone. A seguire potrete dare la notizia ad amici, altri parenti e colleghi. Una volta che avrete scelto la data sarà buona norma iniziare a comunicarla al più presto per dare modo a tutti di tenersi liberi per quel giorno.

2) Le partecipazioni

100Pcs-Ribbon-Bowknot-Wedding-Invitation-font-b-Card-b-font-White-Hollow-Invitations-Blank-Inner-Sheet

Le partecipazioni dovranno essere date a mano a tutti gli invitati, solo ed esclusivamente nel caso in cui vi sia oggettiva impossibilità verranno spedite o fatte consegnare da interposta persona.

3) L’abito da sposa/o

OFIL-A

Ecco la parte che vi interesserà sicuramente di più!

La sposa sarà libera di indossare l’abito che preferisce senza limite alcuno. Dal tradizionale abito bianco con velo e strascico fino a un abito corto, un completo  o un abito da sera. Non esiste più nessuna regola che impone un tailleur o un vestito blando e anonimo. Ricordate che, anche se desiderate una cerimonia semplice, è richiesta un minimo di eleganza, si tratta comunque di una cerimonia. Il vestito non dovrà essere obbligatoriamente bianco, potrà essere anche di altri colori, evitate assolutamente il nero.

NO: scollature volgari, trucco pesante e calcato, abiti azzardati più adatti a un night club che a un matrimonio e tutto ciò che il buongusto esclude in queste occasioni.

Come sempre per la sposa vale la classica regola: quel giorno bisognerà avere una cosa nuova, una vecchia, una prestata e una blu.

Per lo sposo è richiesto un abito da cerimonia. No a jeans e polo e cose simili.abiti-da-sposo-Carlo-Pignatelli-rockmantico-03b

Un completo a due o a tre pezzi (con gilet), grigio scuro, nero o blu, è la scelta classica: un vestito elegante riutilizzabile in molte occasioni.
La giacca sarà monopetto senza spacchi, le tasche a bustina e non a toppa. I pantaloni, rigorosamente senza risvolto, sono di moda piuttosto stretti ai fianchi. A seconda della stagione, il completo sarà in lana o in frescolana, più “audaci” i vestiti in raso di seta o nei nuovissimi tessuti tecnici spalmati di proteine della seta che danno l’effetto lucido.
NO:
Al completo spezzato, a meno che si tratti di tight o mezzo tight. No al doppiopetto. E no anche al vestito di lino, che a fine cerimonia risulterebbe spiegazzato.

Il tight è l’opzione più elegante, adatto a una cerimonia solenne che si svolga di mattina, con sposa in lungo e strascico. E’ chiamato anche morning dress proprio perché non va indossato oltre le 18 (ma per gli inglesi più rigorosi non oltre le 16,30). Richiede guanti e cilindro, assolutamente da non indossare durante il rito, ma da lasciare poggiati. Attenzione:  la scelta del  tight impegna i testimoni e i padri degli sposi a vestire lo stesso capo.
Il mezzo tight è simile, ma la giacca è senza code (e non richiede guanti e cilindro): perfetto per cerimonie eleganti ma meno sfarzose.
NO:
Se la sposa è in corto e se il ricevimento continua di sera. No al farfallino e al cappotto sul tight. Infine, no e poi no a fusion modaiole, tipo i gilet colorati con il tight.

4) Gli invitati

PicMonkey-Collage5

Per cosa riguarda gli invitati non vi è un numero limite per le cerimonie civili, sarete liberi d’invitare quante persone vorrete. Ovviamente se la sala consiliare del vostro Comune è tre metri per tre e volete invitare trecento persone è bene che iniziate a considerare in quale altro luogo sposarvi. La regola del bon-ton prevede che solo gli ex non debbano essere presenti tra gli invitati al matrimonio, questa è l’unica regola ed è bene attenervisi.

Gli invitati dovranno utilizzare un abbigliamento da cerimonia e non da pic-nic. La regola del bon-ton prevede che se prendete parte a una cerimonia il vostro dress code debba essere da cerimonia. Questa regola è spesso ignorata, per cosa riguarda i matrimoni civili, purtroppo a volte le persone pensano di potersi presentare in jeans e t-shirt. Per ovviare a questo problema, gli sposi, potranno accennare con delicatezza e tatto l’eleganza del luogo scelto per celebrare la cerimonia in modo da far capire loro che: “civile non è sinonimo di informale”.

NO: Che a nessuna invitata venga in mente di vestirsi di bianco, sarebbe davvero di pessimo gusto, o di nero.

5) L’ingresso della sposa e dello sposo nella sala della cerimonia

hqdefault

Gli invitati dovranno essere già tutti in sala quando avverrà l’ingresso degli sposi, i posti dovranno essere così disposti: A destra gli invitati dello sposo, a sinistra quelli della sposa.

La sposa dovrà essere puntuale, tenete presente che se vi sposate come me in una location da voi selezionata un minimo di ritardo è consentito, sarete solo voi, se invece vi sposate in comune, dove possono essere officiate più cerimonie lo stesso giorno, dovrete essere assolutamente puntuali.

Lo sposo farà il suo ingresso assieme alla madre o da solo e attenderà la sposa accanto al tavolo del sindaco o dell’ufficiale di stato civile.

La sposa potrà entrare al braccio del padre, se presente, o al braccio del parente maschio più prossimo. In alternativa potrà fare il suo ingresso da sola o direttamente al braccio dello sposo.

6) La musica

3bf266ad1eb5f6dfff4d844369d30a5b

La cerimonia, nei momenti importanti, potrà essere accompagnata da della musica; essa potrà essere diffusa tramite un impianto stereo o suonata dal vivo. Molto adatti a questo tipo di cerimonia sono i violini.

I brani potranno essere scelti secondo il gusto personale degli sposi, ma rispettando alcuni piccoli accorgimenti: l’ingresso o l’uscita degli sposi dovranno essere accompagnati dalla marcia nuziale, molto diffusa quella di Wagner, fuori discussione brani rock, heavy metal o simili. Vista l’ambientazione non religiosa, si sconsiglia di far suonare l’Ave Maria di Shubert e altri brani legati alla tradizione cattolica.

Consigli e suggerimenti personali ~ Personalizzate la cerimonia

Niente vi vieta di rendere speciale la cerimonia delle vostre nozze, nulla vi obbliga a far sì che sia un rito copia-incolla uguale a tanti altri privo di sentimento.

Ricordatevi che ci si sposa per amore, e l’amore non è un sentimento legato alla chiesa cattolica e basta.

Le promesse

promessa

La promessa di matrimonio rappresenta uno dei momenti più toccanti e emozionanti del rito, pensate che in chiesa viene spesso vietata, a meno che il prete non sia di larghe vedute o in confidenza con gli sposi, poichè obbligano a utilizzare solo brani della bibbia e testi religiosi, di conseguenza, in questo caso, sarete persino avvantaggiati!

La promessa deve essere scritta di proprio pugno dagli sposi, entrambi, ciascuno scrive la sua, e viene condivisa la prima volta il giorno stesso delle nozze. Potrete scrivere quello che vorrete, solitamente è una dichiarazione dei propri sentimenti verso il compagno, delle motivazioni che vi hanno spinti al matrimonio e gli impegni che vorrete prendere. Essendo scritta dagli sposi ed essendo ogni volta diversa è il tocco più personale che potrete dare alla cerimonia. Solitamente la promessa viene letta prima dell’apposizione delle firme, ma è sempre meglio non dare nulla per scontato e condividere il tutto preventivamente con il sindaco.

Lettura di poesie

11910361_708274045969723_430195229_n

Pablo Neruda Sonetto XVII

Se lo desiderate, sempre concordando prima i tempi con l’officiante, potrete leggere delle poesie particolarmente significative per voi, potranno leggerle gli amici più cari o i testimoni, a voi la scelta.

Scelta del luogo

location_matrimoni_in-castello-600x429

Nessuno vi obbliga a sposarvi al palazzo del comune, specialmente se, come nel mio caso, ha l’ingresso su una strada brutta e lurida, o, sempre come nel mio caso, vorreste “lapidare” il sindaco e non ci tenete proprio che possa capitarvi lui come officiante.1335623810472_benso_2016

A seconda delle vostre tasche e dei vostri desideri vi sono moltissimi luoghi in cui può essere officiato un matrimonio civile, l’importante è che sia stato eletto a casa comunale. Questi luoghi si caratterizzano di solito per la loro particolare bellezza e per la loro suggestività, come ad esempio castelli, palazzi storici, ville di pregio o chiese sconsacrate. Non temete quindi di dover celebrare il vostro Gran Giorno in una location fredda e spoglia, in molti casi anzi potrà risultare persino più romantica e di atmosfera di molte chiese. Alcuni luoghi inoltre offrono la possibilità di celebrare la funzione all’aperto, in splendidi giardini e sotto gazebi fioriti.
Se il luogo che avete scelto non ha l’autorizzazione del Comune, potete sempre pensare di sbrigare le formalità legali in presenza dei soli testimoni in Comune e poi rappresentare la celebrazione in presenza dei vostri invitati nel luogo che più vi piace e con tutte le personalizzazioni che vorrete con un Matrimonio Laico-Umanista.

cropped-Guega-Joao_0654v

Matrimonio Laico Umanista

beachfront-wedding-ceremony2

Il matrimonio Laico-Umanista è un rito interamente scritto dagli sposi in cui essi potranno scegliere qualsiasi formula, persino l’officiante.

Il giorno prestabilito gli sposi si recheranno in comune con i soli testimoni e apporranno rapidamente le firme sul libro, dopodiché si recheranno sul vero luogo della cerimonia, dove daranno appuntamento a tutti gli invitati. Questo luogo potrà essere un bosco, una spiaggia, quello che desiderate, poichè avendo già firmato ed essendo a posto con la legge non necessitate di un luogo eletto a Casa Comunale e potrete scrivere e decidere ogni singolo passaggio del vostro matrimonio senza limite alcuno.

Fiori

_full

Poichè non vi trovate in una chiesa non vi saranno banchi, gli ospiti verranno fatti accomodare su delle sedie. Potrete comunque decorarle con una piccola composizione, anche fatta da voi a mano se farle fare dal fioraio vi costerebbe troppo. Potete scegliere per qualcosa di semplice o elaborato e lasciare a un invitato di fiducia il compito di disporre le composizioni su tutte  le sedie prima dell’inizio della cerimonia. Potrete inoltre apporre composizioni  al di sopra e ai lati del tavolo comunale, all’ingresso della sala e lungo il corridoio lungo il quale farà il suo ingresso la sposa.

Paggetti e Damigelle

abiti-damigelle-d-onore-raffinati

Avete una migliore amica? Due? Nipotini piccoli? Perchè non coinvolgerli nel matrimonio facendo far loro da paggetti e damigelle? Le damigelle potranno fare il loro ingresso in sala poco prima della sposa e magari leggere le poesie nel momento designato, un bambino piccolo potrà fare da paggetto e aggiungere alla cerimonia un tocco di romanticismo portando le fedi.ingresso-paggetti-lungo-la-navata-della-Chiesa-con-bouquet-per-la-piccola-damigella-e-il-cuscinetto-fedi-per-il-paggetto-foto-by-theweddingspecialists

Spero di avervi dato qualche suggerimento valido e utile e di avervi fatto capire che, al giorno d’oggi, matrimonio civile non vuol più dire matrimonio scialbo e dimesso, soprattutto spero che capiate l’importanza che ha, per i credenti, la cerimonia religiosa e che, anche se io non sono tra loro, non la trattiate come una buffonata sposandovi in chiesa solo per avere l’opportunità di fare un matrimonio bello, ma soprattutto non fatelo per voi stessi poiché vi prendereste in giro da soli e compirete uno dei passi più importanti della vita raccontando una bugia, non proprio un buon inizio.

A presto!

Laura

 

Se l’articolo ti è piaciuto come spero regalami il tuo voto Puoi anche votare la qualità del blog da 1 a 10!

siti

Acquista i miei libri! 

Clikka sull’immagine!

 Featured Image -- 7045LE CRONISTORIE DEGLI ELEMENTI - Il mondo che non vedi 1

Altri social:

Youtube

FacebookcronistorieTwitter  InstagramGoogle+Facebook

Annunci

28 thoughts on “Il galateo ~ Matrimonio Civile

  1. Buongiorno Laura! Un bel post questo sul galateo del matrimonio civile, che per me che sono credente ha pari dignità di un matrimonio religioso. Come dici tu e come ho più volte ribadito, preferisco chi onestamente e con sincerità sceglie di sposarsi in comune rispetto a chi per facciata si sposa in chiesa senza capirne il significato vero. Un abbraccio e buon inizio di settimana!

    Liked by 1 persona

    • Guarda è davvero una cosa fastidioso, soprattutto pensare che c’è stata della gente che si è presa la briga di segnalare a tappeto e con insistenza tutte le recensioni. Non ti cancellano una recensione per una segnalazione, vuol dire che qualcuno in gruppo ci si è messo d’impegno.

      Mi piace

  2. Wow, non sapevo ci fosse il galateo, infatti pensavo – sbagliandomi – che fosse un matrimonio veloce… Anche perché l’unica persona che conosco che si è sposata in comune è mio zio, ma il sindaco di allora era un suo carissimo amico e si commosse, quindi è stata una bellissima cerimonia (secondo me non c’è nulla di più bello di poter celebrare le nozze di un tuo amico, per di più uno che vive lontano!)
    Una cosa che ho letto e che mi ha colpito, è il fatto della consegna a mano: devo proprio condividerla con mio cugino, perché proprio per questo motivo ha litigato con un amico intimo che lo ha invitato al matrimonio civile tramite messaggino su whatsapp -.-

    Liked by 1 persona

    • Diciamo che non è legge, è solo quello che suggerisce il galateo. Diciamo che ci sono molte persone che pensano che il matrimonio civile sia una cosa informale e di poco conto, a volte la vivono così gli stessi sposi e di conseguenza adottano certi comportamenti.
      Onestamente, trovandomi nelle spese, mi rendo conto anche che a volte ci sono persone che non possono sostenere molti costi e alcuni li tagliano, tra cui le partecipazioni. Non conosco questo amico e i suoi mezzi, alcuni le ritengono inutili.
      Certo sarebbe da dire, con tatto: Perdona l’invito inusuale, ma purtroppo i nostri mezzi ci impongono di fare una cosa contenuta, per questo motivo abbiamo deciso di non fare le partecipazioni cartacee.
      E’ solo un esempio. Ovviamente non conosco il caso specifico.

      Liked by 1 persona

      • Infatti sarebbe stato meglio così, anche se almeno a un amico caro – testimone di nozze e padrino della figlia – io glielo sarei almeno andato a dire di persona (vivono nello stesso paese XD). Io questa storia la so solo perché stavamo in macchina insieme mentre è stato inviato l’invito!

        Liked by 1 persona

      • La gente a volte fa cose strano, io ho anche ricevuto inviti a matrimoni per e-mail, o addirittura NON INVITI ma richieste di regalo.
        TE LO GIURO.
        Ciao volevo farti sapere che noi ci sposeremo, purtroppo non ti posso invitare, ma se ti fa piacere farmi il regalo vai pure qui…
        cioè….
        Io capisco se la conversazione viene da sé…. Ti incontro per strada, mi dici la cosa e io ti chiedo se hai fatto la lista e dove, ma mandarmi una mail per chiedermi il regalo…
        NO COMMENT…

        Liked by 1 persona

      • Uuuuuh a me questo è successo per due lauree!!
        “Ciao, non ci sentiamo né vediamo da due anni, però che ne dici di venire alla mia laurea?”
        E due minuti dopo messaggio di gruppo con scritto “Tizio per la laurea vuole il nuovo iFone 92, voi siete stati invitati quindi dovete comprare il regalo”
        GENTE SENZA PUDORE

        Liked by 1 persona

      • Esatto… figurati che una di queste persone ha saputo che mi sposavo.
        Dopo aver gestito la cosa per fare in modo che io non sapessi niente del suo matrimonio, se non all’ultimo per chiedermi il regalo, forse si aspettava che pretendessi l’invito, vai a capire, appena ha saputo che mi sposavo ha iniziato a tempestarmi di messaggi per sapere dove compravo l’abito, dove mi sarei sposata, in che ristornate andavo.
        Roba da pazzi.
        Ovviamente l’ho mandata in culo.

        Liked by 1 persona

  3. Non ho mai pensato che il matrimonio civile possa essere da meno di quello religioso.
    Io li ho affrontati entrambi, tutti e due con lo stesso entusiasmo, dedizione, personalizazzione, certo nel secondo avevo un motivo in più per essere ancora più felice, uscivo dal devastante girone del primo. Ma entrambi hanno ricevuto la mia totale attenzione.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...