Lo scorcio di un piccolo mondo

viale alberato (17 aprile 2001)

Oggi questo è il mio buongiorno per voi, spero vi piaccia poichè è parte di me.

A volte passeggio per le strade del mio quartiere, lo faccio al mattino presto, quando ancora in giro c’è poca gente, vedo le cose che hanno fatto parte della mia vita da sempre.

Il viale alberato con i suoi rigogliosi platani in fila, i bellissimi giardini curati sotto ogni portone. Non ci sono negozi, sotto i palazzi, nella via in cui abito da quando ero bambina, ma giardini, uno diverso dall’altro.

Se giro l’angolo incontro una strada più trafficata, porta in centro e ci sono i piccoli negozietti che vedo da sempre.

Arriva di soppiatto l’odore di focaccia dal panificio, i proprietari mi conoscono da quando ero bambina. C’è sempre la vecchietta, che puntuale, già alle 7.30 è con la sporta e sta andando a far la spesa, c’è l’edicola dove tutti i giorni, l’edicolante, si bisticcia con gli indisciplinati motociclisti che, incuranti del cartello, continuano a appiccicargli i motorini dietro le vetrine che lui deve aprire. C’è il bar all’angolo, da cui arriva l’odore del caffè, il negozio di scarpe, dove mia mamma mi comprava le Superga da bambina, c’è il cinema, l’Odeon, che esiste ancora dopo 30 anni e in cui ho guardato il mio primo film, “la bella addormentata nel bosco”.

Andando una traversa più avanti si trova il mercato di frutta e verdura, piccolino, di quartiere, ma sempre ricco di colori e voci allegre, di persone affaccendate, di nonnine che “me la dia buona la frutta, non quella che marcisce il giorno dopo”…

E così continua a andare avanti questo piccolo mondo, tutti i giorni in movimento e sempre uguale, il mio piccolo mondo. Un mondo da cui soventemente mi vorrei allontanare, vorrei andare via spesso, è vero, eppure, eppure, eppure…

Eppure tutte le volte che mi immergo in questi viali di rimembranze vedo il presente e vedo il passato, vedo me mano per mano con mio padre, i gattini a cui portavo da mangiare, la signora del panificio che mi regalava il pezzo di focaccia e la fruttivendola che mi porgeva la fragola. Tutto uguale, tutto in movimento, cambiano gli anni e le stagioni, ma questo piccolo angolo di mondo è il mio e lo sarà per sempre, anche a mille miglia di distanza, è parte di me.

 

Adesso via a lavorare sul libro!

siti

A presto! Un felice sabato a voi tutti!

Annunci

38 thoughts on “Lo scorcio di un piccolo mondo

  1. Ci hai regalato un affresco del tuo “piccolo mondo” che a me pare grande e gioioso ad avercene di mondi così cara Dama,e ti auguro
    ancora tante passeggiate in quel viale di ricordi presenti e futuri.
    Buon weekend con sorriso.
    Eli

    Liked by 1 persona

  2. Per un attimo mi è sembrato che stessi scrivendo di me e del quartiere dove ho vissuto per 27 anni. Tutto identico… Io però al cinema avevo visto La storia infinita, e io avevo il macellaio che mi regalava i “ciccioli”. Grazie per avermi ricordato tutto questo con il tuo bellissimo post

    Liked by 1 persona

  3. Mi rispecchia molto questo tuo racconto. Perfino quando nomini Odeòn, mi fa venire in mente un cantante argentino ( posto dove sono nata ) lui della mia provincia Santa Fe, che racconta in interviste, che quando ha voluto provar a far carriera le avevano detto: Vai a Buenos Aires estudios Odeòn, lui una volta arrivato lì tutto quanto si chiamava Odeòn, dalla banca, al supermercato, alla pizzeria, ecc. Fatto sta che lui c’è l’ha fatta, ha trovato veramente gli studi ” Oreòn “, e oggi e una delle voci che più identificano qualunque argentino, ovunque si trovi, come me che mi trovo in Italia ❤ Grazie per avermi ricordato lui, è un po' il mio paese, che è sempre nel mio cuore.

    Liked by 1 persona

  4. Ho queste poesie che non possono essere pubblicate in modo integrale perché parte di una silloge inedita in via di pubblicazione. Comunque ti invio i link sperando di esseri utile. Un abbraccio. Marisa
    http://marisacossu.wordpress.com/2015/03/20/eclissi
    http://marisacossu.wordpress.com/2015/03/17/pioggia
    http://marisacossu.wordpress.com/2015/02/21/acqua
    http://marisacossu.wordpress.com/2o15/04/11/goccia
    http://marisacossu.wordpress.com/2015/04/09/fuoco
    http://marisacossu.wordpress.com/2014/06/24/pietre

    Mi piace

    • Manca ancora davvero poco, per i primi di luglio dovremmo esserci. Da domani mi impegnerò in toto sul booktrailer. Spero di metterci poco. A proposito grazie del complimento 🙂
      Il Sito è quasi finito, i testi li ho scritti tutti ora manca la parte grafica. Se viene come dico io sarà davvero fighissimo ❤

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...