Il tuo cuore lo porto con me….

Mephisto per sempre nel mio cuore.

Mephisto per sempre nel mio cuore.

 

Oggi sono tre anni che ho perso il mio migliore amico, in questi anni ho accolto in casa mia altre tre piccole pesti,  ma non c’è stato un singolo giorno in cui io non abbia pensato a lui.

Non si può spiegare la mancanza, è una cosa che puoi solo sentire, andare a spiegarla va a sminuire tutte le emozioni.

Il mio migliore amico non mi giudicava, era sempre allegro, è sempre stato disponibile per fare qualcosa con me.

Il mio migliore amico era un furetto, per questo molte persone mi reputano strana, perché per me gli animali non sono diversi dalle persone, non sono meno importanti, la loro presenza non ha meno valore.

Quando lui se n’è andato penso che una parte di me sia andata insieme a lui, la sua mancanza nella mia vita non è più un’assenza, ma una presenza.

Ancora oggi la sera, quando vado a letto a leggere, mi viene istintivo controllare, prima di spegnere la luce, che non ci sia anche lui sotto le coperte.

L’ho sempre lasciato stare nel letto con me mentre ero sveglia, ma ho sempre avuto paura di dormire con lui nel letto per il terrore di schiacciarlo.

Quando mi accorgo che non lo troverò più sotto le lenzuola è un dolore forte.

Volevo solo dire a tutti di non aver paura di dire che soffrite perché avete perso un compagno come lo era lui per me, è normale, sono le persone che non lo capiscono a non essere normali, sono le persone che dicono: “era solo un animale prenditene un altro” che  non capiscono niente e sono prive di sentimenti.

Mai nulla potrà restituirti ciò che hai perso, resta solo il ricordo, che con il tempo  diventa più dolce e la consapevolezza che certo potrai amare un altro animale perché sarà un amore nuovo, sarà sempre diverso, riceverai un sacco di altre attenzioni,  riderai di nuovo per quello che combinerà, ma la mancanza non posso dire che smetterete di sentirla, s’impara a conviverci e basta.

E’ importante anche capire, che anche se a volte viene fatto in buona fede, non si deve prendere un animale pensando che sia un sostituto o un surrogato di quello che avete perso. Un animale dovete amarlo nella sua individualità, con i suoi pregi e i suoi difetti, dovete amarlo da capo, come una madre con molti figli che sa amarli tutti allo stesso modo per le caratteristiche di ognuno di loro.

L’amore è una cosa bellissima ed anche se ci fa soffrire bisogna sempre permettergli di entrare nelle nostre vite a sconvolgerle, non pensate che avere un altro animale voglia dire amare meno quello che avete perso o fargli un torto, gli animali non sono come noi, non hanno invidia, non hanno questo tipo di pensieri.

Io ho sempre sentito il bisogno di stare dalla parte degli animali, non mi sento tanto vicina alle persone quanto a loro, o forse ho solo conosciuto tante persone sbagliate, ma  da quando lui non c’è più il mio bisogno di aiutare concretamente animali che soffrono, di dare spazio e risalto a iniziative come quella di *Visoni Liberi, di essere ancora più vicina agli animali  è diventato ancora più forte, e ogni volta che sento di aver fatto qualcosa mi sembra di vederlo che mi guarda come a dirmi  “brava”.

(*Per chi fosse interessato alla campagna sociale per chiudere gli allevamenti di visoni da pelliccia in Italia e a leggere le mie interviste ad attivisti di Essere Animali e Lav: chiedete nei commenti e vi fornirò i link. Vi consiglio di non guardare i video se siete particolarmente sensibili alle immagini forti, o di guardarli se volete davvero rendervi conto di cosa sono le pellicce)

Vorrei anche sfruttare questa occasione per lasciare un messaggio a tutti i veterinari:

Grazie innanzitutto per il lavoro che fate che ci permette di curare i nostri piccoli amici, senza di voi non sapremo come fare, ed è per questo che vi chiedo, visto che a voi ci affidiamo ed a voi mettiamo in mano le loro vite, di essere sempre onesti con noi, perché è da preferirsi mille volte un veterinario che riconosce di non essere certo di una diagnosi e chiede un parere a un collega o vi indirizza da qualcun altro per accertamenti, che un veterinario che piuttosto che riconoscere di non capire cosa abbia l’animale, o per la paura di perdere il cliente, finge di aver capito e non cura a dovere la patologia, intanto se il cliente si accorge che lo avete ingannato non torna più lo stesso, e se ha soldi vi denuncia pure, e vi starebbe bene, oltre che a raccontarlo a chiunque. L’errore è umano, ma diversi sono gli errori compiuti in urgenza, quando ci sono da fare delle scelte immediate per tentare di salvare vite in extremis, dagli errori perpetuati per più di un anno di fila con diagnosi sbagliate e date per certe e conclusive.

Oggi ti voglio ricordare anche se questo è un giorno triste per me, perché la tua allegria mi riempirà sempre il cuore, e le ore trascorse con te sono un dono che vale tutto il prezzo che sto pagando, mai dimenticherò la prima che ti ho visto quando, fiducioso, mi sei subito venuto vicino, mai dimenticherò la mia prima esperienza con te e una pianta, mai dimenticherò quando stavi male e ti ho curato, ma soprattutto mai dimenticherò il tuo affetto, la tua allegria che fino all’ultimo ti ha caratterizzato e le ore passate con te, sarai sempre con me, nel mio cuore con me.

 

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai.
Dove vado io, vieni anche tu, mio amato;
qualsiasi cosa sia fatta da me,
la fai anche tu, mio caro.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu, mio dolce.
Non voglio il mondo, perché il mio,
il più bello, il più vero sei tu.
tu sei quel che luna sempre fu
e quel che un sole sempre canterà sei tu
Questo è il nostro segreto profondo
radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli
di un albero chiamato vita,
che cresce più alto
di quanto l’anima spera,
e la mente nasconde.
Questa è la meraviglia che le stelle separa.
Il tuo cuore lo porto con me,
lo porto nel mio.

(Edward Estlin Cummings)

Pensiero originariamente condiviso qui

30 thoughts on “Il tuo cuore lo porto con me….

  1. adoro un cane che incontro tutte le mattine. lo accarezzo, lo amo!
    se un giorno non lo trovassi più so che mi mancherà tantissimo, ma sarò felice di averlo conosciuto e amato!
    ti mando un super baciotto!

    Piace a 1 persona

  2. Avevo un cane e una gattina, se ne sono andati ormai da qualche anno e per me è stato molto difficile accettarlo. Erano i miei adorati, sono e saranno sempre con me.
    Un saluto affetuoso. Annalisa

    Piace a 1 persona

  3. Non ho mai avuto un animale da compagnia quindi non posso capire cosa tu possa provare, ma da quello che ho capito sono emozioni forti come quelle che io provo verso alcune persone che mi circondano durante la vita.
    Resta il fatto che lui continua a vivere con te visto quanto lo pensi, quindi lui un risultato l’ha ottenuto, è stato amato e continua ad esserlo.

    Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    • Si e penso lo sarà per sempre.
      Un furetto è un animale con il quale si instaura un legame molto particolare, è difficile da descrivere. Molti pensano sia come avere un criceto che vive in gabbia, ma non è così.
      Il furetto vive libero per casa, come un gatto.
      E’ un animale che si lega moltissimo al padrone, vuole attenzioni e vuole giocare con te, ti fa le feste quando torni a casa, interagisce, ti cerca di continuo.
      Io ora ne ho tre, è molto bello vederli interagire e osservare le dinamiche di gruppo, ma quando ne hai uno solo si crea un legame intensissimo.
      E’ difficile da descrivere com’è un furetto, è come un esplosione di gioia vivente.

      "Mi piace"

      • Visto che siamo in tema mi piacerebbe sapere se convivi o condividi la casa con qualcuno. In caso affermativo sarei curioso di sapere se sono gelosi di qualcuno di voi oppure no.
        Ad esempio a casa di un mio amico che ha due gatti, una gatta ha un padrone preferito e l’altro gatto un altro. E guai ad invadere i posti dell’uno o dell’altro!
        Sto fatto che i furetti interagiscono e vogliono attenzioni mi fanno pensare a dei figlioletti veri e propri che cercano le attenzioni dei propri genitori 🙂

        "Mi piace"

      • Si convivo. Mephisto era infatti del mio ragazzo.
        Lo ha portato lui quando si è trasferito nella mia città.
        Devo dire che lui si è affezionato immediatamente anche a me, è sempre stato un animale affettuosissimo con tutti. Dava un sacco di baci.
        Dei 3 che abbiamo ora Mirith è abbastanza individualista, vuole giocare ma mantenere i suoi spazi, Nala è morbosa con me, mi si arrampica perennemente addosso, Zephyrus cerca di più il mio compagno, ma è comunque molto affettuoso e coccolone anche con me.
        Uno di questi giorni faccio un post che descriva meglio com’è un furetto.
        E’ un animale troppo speciale, non lo puoi descrivere in poche righe.
        Scene di gelosia tra noi non ne hanno mai fatte, ma se ne tiri su un devi farlo anche con gli altri, vengono sotto e ti guardano, ti fissano proprio fino a che non calcoli anche loro.
        Il furetto è perennemente un bambino, fino all’ultimo giorno di vita, anche vecchio e malato, gioca sempre come un matto, se ce la fa.
        E’ un animale forte e caparbio, spesso non ti accorgi in tempo se sta male in modo grave perché sono stoicissimi e piuttosto che stare immobili sopportano tantissimo il dolore, è un animale da cui prendere esempio per imparare il valore di ogni singolo giorno.

        "Mi piace"

  4. Ciao cara, mi dispiace molto per la tua perdita. Non c’è nulla di male amare un animale, anizichè certe persone; perché molto spesso le persone sono dei veri esserei animali, proprio cattivi.
    Capisco come tu ti possa sentire, provo lo stesso sconforto quando mi mancano i miei cani. Ricordo di Pongo, il mio bastardino tutto nero: sono cresciuta assieme a lui, e fin da piccola mi teneva sempre compagnia e giocavo con lui assieme a mia sorella. Quando venne a mancare piansi come una fontana, mi disperai. Purtroppo, e per fortuna, l’amore degli animali è così forte che quando ti manca sembra quasi manchi una parte di te!

    Piace a 1 persona

      • Io ho amato tantissimo e amo tuttora gli animali anche se non ne posseggo più da molti anni, se si esclude la mia petite peste. Negli anni dell’adolescenza quanti pianti quando sotterrai il primo uccellino, il primo gattino, poi il cane, i pesci rossi, i pappagalli…ripensando alla mia infanzia se qualcuno mi chiedesse che cosa facevi nella tua infanzia, non mentirei se rispondessi: il becchino. ..

        Piace a 1 persona

      • Ah beh si da bambina passerotti ne ho sotterrati davvero tanti, io vivevo in un viale alberato e ce n’erano tantissimi, inutile dire che ogni tanto qualcuno a terra con la zampa rotta, o peggio lo trovavi. Ho cercato di salvarne tantissimi e spesso non ce la facevano.

        Piace a 1 persona

      • Io avevo un giardino stupendo…ahhhh che ricordi…il mio ciliegio personale…il melograno…gli usignoli, che musica, gli usignoli. Non ne sento uno da 20 anni…madoooo sto diventando vecchio! Ecco tutto.

        Piace a 1 persona

  5. Faccio fatica a scrivere, vedendo a stento la tastiera …. Piango, perché ti comprendo, perché conosco quel dolore che strangola senza mai ucciderti. Il 29 giugno cade l’anniversario della scomparsa del mio piccolino, il mio amore peloso che ancora adesso ritrovo ovunque. Cirillo non era un gatto, era la persona con cui ho diviso 13 anni di vita, un affetto che mi ha vissuta, facendosi vivere, con una intensità sconvolgente. 5 anni non basteranno ad attenuare il senso di vuoto e nemmeno i successivi mi faranno smettere di andare verso il settore animali nei negozi, realizzando solo dopo che non ha più bisogno di cibo, giocattoli o lettini nuovi. Ti offro un abbraccio, non ho altro, lacrime escluse …. 😻😻😻

    Piace a 1 persona

    • Mi spiace se ti ho fatto stare male, purtroppo sono mancanze così profonde che solo chi ha amato tanto un animale comprende. Sono sicura che Cirillo sia sempre vicino anche se tu adesso non puoi più vederlo. Penso che il corpo che muore sia una cosa, mentre l’anima sia un’altra.

      "Mi piace"

      • Non mi hai fatto del male, anzi, mi hai fatta sentire normale …. Tanti, quando mi videro piangere straziata, a breve distanza dalla sua morte, mi dissero – era solo un gatto – Ho pensato a quanto può essere arido il cuore di un uomo! Sai vista dico sempre? Che quando andrò lassù, lui, come faceva a casa, mi aspetterà sulla soglia, attendendo una carezza. Grazie, grazie di cuore ….

        Piace a 1 persona

  6. Pingback: Mezz’oretta con … Laura Rocca!! |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...